Titanic, la scena tagliata: cosa succede alla piccola Cora


Titanic, nella versione che abbiamo visto al cinema, dura circa tre ore e un quarto. Questo perché sono state tagliate diverse scene, scene che sono state girate ma che poi sono state escluse dal montaggio per decisione di James Cameron che con tutta evidenza si era reso conto di non poter portare nelle sale un film lungo quasi quattro ore.

Tra le scene tagliate di Titanic c’è l’ormai famosa scena della stella cadente, quando Jack e Rose, reduci dalla festa in terza classe, passeggiano sul ponte e vedono una meteora brillare nel cielo. Quella scena svela anche l’origine della canzone Tu Josephine, che Jack sussurrerà a Rose un attimo prima di baciarla. Non solo: nelle scene tagliate di Titanic vive anche la storia di Fabrizio ed Helga: l’amico siciliano di Jack si innamora di una ragazza norvegese di terza classe, ma questa storia d’amore vive solo nei contenuti speciali dell’edizione in dvd. (Continua a leggere dopo la foto)



Tra le scene tagliate c’è anche quella, drammatica, in cui la piccola Cora muore. Si tratta della bambina della terza classe che si imbarca sul Titanic insieme ai genitori e durante il film viene mostrata più volte sempre in compagnia del padre o di Jack (celebre è la scena in cui Cora e Jack ballano ad una festa organizzata in terza classe, la stessa festa a cui ha partecipato Rose all’insaputa di sua madre). Purtroppo la piccola, così come i suoi genitori, muoiono annegati intrappolati dai cancelli della terza classe. (Continua a leggere dopo la foto)


La scena, davvero toccante, è stata rimossa in fase di montaggio ed inclusa (insieme ad altre scene tagliate) nel DVD completo ufficiale uscito nel 2005, che mostra anche le altre scene che il regista James Cameron ha deciso di tagliare per accorciare il film. Alexandrea Owens-Sarno, questo il nome dell’attrice che all’epoca vestì i panni della piccola Cora, adesso ha 30 anni e ancora lavora come attrice a Los Angeles. Nel 2015 Alexandrea ha raccontato a BuzzFeed che Leo era il più dolce sul set: le ordinava sandwich al burro d’arachidi e gelatina e la intratteneva fra una ripresa e l’altra. (Continua a leggere dopo la foto)


 


”Le persone mi dicevano ‘Hey, ti ho visto in tv l’altra sera’ oppure mi chiamavano Cora. Qualche volta mi hanno chiesto di portare il DVD così avremmo potuto vedere le mie scene in classe. Una volta, – ha raccontato l’attrice – un mio amico mi ha chiesto di stare in piedi accanto al televisore mentre stava guardando una mia scena, per fare il paragone di quanto ero cambiata fisicamente da allora. dopo Titanic io avevo un agente. Sono andata a delle audizioni per altri film, ma è stato un periodo molto difficile per me. Le persone mi riconoscevano per strada tutte le volte. È stato davvero travolgente e faticoso. Le persone mi chiedevano l’autografo, ma quando tu hai 8 o 9 anni tu reagisci dicendo ‘Uh! Chi sei tu? Io non dovrei parlare con gli sconosciuti!’. Avevo realmente abbandonato l’idea di diventare attrice professionista, ma vivendo a Los Angeles adesso, devo adeguarmi”.

“Una bellezza unica”. Com’era Rose di Titanic da giovane. Nel 1997, a 88 anni, ha vestito i panni della narratrice del film di James Cameron. Elegante e con lo sguardo di ghiaccio, ecco Gloria Frances Stewart agli inizi della carriera