Gelo a L’Eredità: il “lavoro” della concorrente Martina spiazza tutti


Questa è una settimana particolare per L’Eredità di Flavio Insinna. Come stanno facendo molte altre trasmissioni Rai, infatti, dal 4 all’11 novembre viene promossa una raccolta fondi nei ‘Giorni della ricerca’ dell’Airc e vengono trattati argomenti su tumori e prevenzione. L’obiettivo principale è soprattutto la raccolta di fondi per nuovi progetti e ricerche, ma contestualmente si cercherà di sensibilizzare il pubblico. Una settimana importante, dunque, questa che vede la collaborazione tra l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro e la tv di Stato.

E se a L’Eredità ci sono stati e ci saranno ospiti speciali come Carlo Conti e Antonella Clerici, non saranno da meno programmi come Tutta Salute, Domenica In e Portobello, il nuovo show del sabato sera condotto appunto dalla Clerici. Ma anche in questi giorni particolari, a L’Eredità non sono mancati gaffe e momenti di imbarazzo. Ormai è cosa nota: tra concorrenti e conduttore, praticamente a ogni puntata si assiste al cosiddetto gelo in studio. (Continua dopo la foto)


Gaffe su gaffe. Molti concorrenti che hanno giocato finora hanno avuto delle ‘defaillances’ a volte clamorose. Tra le ultime ricordiamo quella di qualche puntata fa della concorrente Stefania, che alla domanda “Quale popolo dominava sul Messico meridionale nel ‘500?” ha spiazzato tutti rispondendo “I cimbri”, cioè la popolazione di nomadi diffusasi nel 1110 a.C. nel Nord d’Italia. Erano i molto più conosciuti aztechi. Roba da essere bocciati alle medie, come si è notato anche dall’espressione del conduttore. (Continua dopo la foto)

ads


Altro momento di gelo, sempre in ambito storico, quando alla concorrente Cristina Insinna ha chiesto “in che anno gli ebrei italiani riacquistano i diritti negati dalle leggi razziali”. La risposta? 1989, cioè 50 anni dopo la fine della Seconda guerra mondiale. Tutti di sasso. Spesso è stato lo stesso Insinna, però, a far innervosire il pubblico più social, che non ha mancato di criticarlo. Per esempio quando ha messo il dito nella piaga deridendo il concorrente che non era stato in grado di fare un calcolo. (Continua dopo la foto)


 

Francesco doveva calcolare il risultato di 995,5 per 2, ma non c’è riuscito. La risposta esatta era 1991 e Insinna, visibilmente sorpreso, non si è trattenuto, affermando che persino lui era in grado di fare quell’operazione. Beh, per molti si sarebbe potuto risparmiare quella frecciatina che, naturalmente, ha fatto rimanere male il concorrente. Ma nell’ultima puntata è stato il conduttore (e di conseguenza il pubblico) a rimanere basito. Come di consueto, ha chiesto alla concorrente di turno, la giovane Martina, di cosa si occupasse nella vita. E lei, che è disoccupata: “Faccio i selfie”. Insinna, spiazzato, ha accennato un sorriso (a denti stretti), ma inevitabilmente in studio è calato il gelo.

Dietro le quinte del potere Business.it

L'Eredità, Flavio Insinna "rischia" il posto: ecco chi potrebbe sostituirlo. C'è già il nome

ads