“Non sei mio figlio”. Francesco Totti e il primogenito Christian, gelo in diretta


“Non sei mio figlio…”, Francesco Totti, ospite di Fabio Fazio a Che tempo che fa parla del figlio Christian e stupisce tutti. Ma facciamo un passo indietro: anche voi, negli ultimi giorni, avrete sentito parlare di ciò che ha fatto Christian, il figlio di Totti e la Blasi, durante un torneo di calcio giovanile under 14 che si è tenuto a Madrid. Il ragazzo, che dal padre ha ereditato il talento calcistico, si è accorto del portiere avversario in difficoltà e, invece di approfittare del momento propizio per segnare, si è fermato e ha aspettato che il suo rivale fosse soccorso. Il portiere dell’altra squadra era a terra e il giovane Totti non ha voluto infierire: "Per me era importante sapere che stesse bene, del gol non m'interessava", ha detto in un inglese perfetto in un’intervista a fine partita. Tutto il mondo lo ha glorificato per il suo gesto anche perché, per un 13enne, è un gesto più che nobile. Ma il padre, evidentemente, ha avuto da ridire. Continua a leggere dopo il video e la foto

No, Francesco Totti non avrebbe fatto la stessa cosa e sapete cosa ha detto a suo figlio dopo quel gesto? “Gli ho detto: non sei mio figlio, io avrei segnato e poi sarei andato dal portiere – ha ammesso Totti, ospite in Rai della trasmissione ‘Che tempo che fa' di Fabio Fazio -. Scherzo dai, ha fatto bene”. La sincerità di Totti è sempre disarmante e lascia senza parole. Ovviamente ha parlato con ironia ma, forse, in fondo ha detto la verità. Continua a leggere dopo la foto

ads

Ovviamente, a Che tempo che fa, Totti ha parlato anche del suo rapporto con la moglie Ilary Blasi: “Ilary? Dorme col pigiamone, per spogliarla ci metto un'ora e mezza. Prima di esser sposato, quando sentivo rumori in un'altra stanza facevo finta di esser morto. Ora ci mando lei". E, ovviamente, non poteva mancare un riferimento alla fine della carriera calcistica: "Con Ilary già un mese prima parlavamo del discorso che avrei tenuto, volevo fare una cosa diversa, semplice". Continua a leggere dopo la foto

 

Con il cuore in mano ha confessato: "Volevo esternare a tutti i tifosi il mio amore, quello che ho provato in 25 anni per questa maglia. Quando venivano Christian e Chanel cercavo di non far vedere che piangevo". Un cuore d’oro, quello di Totti, proprio per questo resterà per sempre nella storia: “C'è stato un periodo della carriera in cui avevo il proposito di andare, ma alla fine il cuore ha fatto sì che scegliessi la Roma per sempre. Sì, non vincendo tanto, ma la vittoria più grande è stata quella".

“Ma dai?”. Applausi per baby Totti: il gesto di Cristian vale più di un gol

ads