“Non volevo morire”. Toffanin in lacrime alla prima puntata di Verissimo. Gelo


 

Finite le vacanze, stanno tornando tutti i programmi televisivi più amati. E tra questi non poteva mancare Verissimo. Un ritorno col botto: durante la prima puntata non sono mancate le lacrime. A scoppiare a piangere è stata la padrona Silvia Toffanin che, dopo aver ascoltato la storia di Simona Ventura, non è riuscita a trattenere le lacrime. Ospiti della prima puntata del talk show condotto dalla moglie di Piersilvio Berlusconi, erano proprio Simona Ventura e suo figlio Niccolò Bettarini che, la scorsa estate, è stato aggredito e accoltellato all’uscita di una nota discoteca di Milano. Gli aggressori gli gridavano: “Sei il figlio di Bettarini, ti ammazziamo”. Per fortuna, però, le cose sono finite per il meglio: Bettarini se l’è cavata con un piccolo intervento al braccio. Ma poteva andare molto peggio: se le coltellate fossero arrivate agli organi vitali, Bettarini avrebbe rischiato la vita. Ascoltare quella storia drammatica è stato uno choc per tutti. Ma quella che ne ha risentito di più è stata proprio la Toffanin. Continua a leggere dopo la foto







Che si è commossa ed è scoppiata a piangere. Insieme a lei Simona Ventura che non è riuscita a far finta di nulla: le sue ferite sono ancora aperte e ricordare l’accaduto è doloroso. “Mannaggia, mi ero ripromessa di non piangere”, ha ammesso la Ventura, che ha cercato di alleggerire un po’ la tensione. Il figlio, però, l’ha consolata e, per farla sentire al sicuro, le ha tenuto la mano per tutta la durata della trasmissione. Un’esperienza, quella dell’aggressione, che ha sconvolto la vita di Super Simo e famiglia. Continua a leggere dopo la foto






“Da pochi mesi a questa parte vivo le esperienze della vita e di lavoro con un’altra percezione. Abbiamo vissuto questa cosa come un grande segnale, come a dirci che i valori sono altri – ha detto la Ventura – Penso sia normale avere paura in certi momenti e mentre mi portavano in ospedale. Continuavo a ripetermi che non potevo e non volevo morire in quel modo. Chi ha sofferto di più è stata la mia famiglia”. Continua a leggere dopo la foto



 


Parole che non hanno lasciato indifferenti: il pubblico si è commosso, la Ventura si è commossa e anche Silvia Toffanin ha pianto. Perché chi è mamma lo sa: i figli sono la cosa più importante. E il solo pensiero che qualcuno possa fare loro del male, fa soffrire. Figuriamoci quando la cosa succede davvero. Mamma mia, abbiamo i brividi…
“Lo farà”. Ah: Silvia Toffanin, gira ‘questa’ voce. Che è una vera bomba

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it