“Smettila”. X Factor, Mara è una furia. La baby cantante in lacrime


Seconda punta di XFactor. In attesa degli incontri ufficiale è ancora roba di amichevoli estive epperò, quando la posta in palio è alta e decide la permanenza in rosa, le lacrime non mancano. È il caso di Anna Boconcello, una ragazza di Verona appena 18enne che, al termine dell’esibizione si è sentita dire no, scoppiando piangere. Atteggiamento che non è piaciuto a Mara Maionchi che, con il suo solito modo di fare schietto, non le ha mandate a dire. "Hai bisogno di lavorare tanto. Tutti. Tutti sono stati rimandati. Tante volte. Non è successo un ca**o", esclama il giudice di X Factor. E poi ha aggiunto: "Se tu ti arresti al primo no sei rovinata. Se tu vuoi fare queto mestiere, analizza il no, riguardati. Vedrai che qualcosa capisci e ti aiuterai a migliorare. Non essere afflitta. Non conta un ca**o un no a 18 anni, ti può insegnare più di quanto tu non creda. Fa peggio un sì sbagliato, credimi".Un no, quindi, che vale più di centinaia di sì. (Continua dopo la foto)


Questo mentre continua a tenere banco la faccenda legata ad Asia Argento con gli utenti che la vorrebbero di nuovo in trasmissione lanciandoo una petizione sul portale 'Change.org' per chiedere a Sky Italia di "rivedere" le sue "recenti prese di posizione"."Vorremmo provare a fare un discorso costruttivo mettendo da parte ogni italico moralismo e gossip pruriginoso", anticipano gli autori della raccolta firme, che nel giro di una settimana ha già collezionato oltre 1.400 sostenitori. (Continua dopo la foto)

ads


"Al momento non esistono né indagini aperte né pende alcuna condanna - non a Roma, non a New York, non a Los Angeles - nei confronti di Asia Argento - sottolineano - La questione è al contrario molto spinosa, molto cavillosa, molto complessa, rispetto alla quale noi telespettatori comuni vogliamo sospendere e rinviare il giudizio - ché semplicemente non ci compete, e non ci deve competere"."Eppure il web, nei giorni del massacro, aveva già emesso il suo impietoso verdetto". (Continua dopo la foto)


Lamentano, sostenendo che "Sky Italia ha deciso di assecondare la voce del popolo: Asia Argento è stata epurata in quattro e quattr'otto e nascosta sotto il tappetto - come se si trattasse di un criminale di Guerra, colpevole certa, lettera scarlatta a vita". Poi però, all'indomani dalla messa in onda della prima puntata di X Factor 12, "qualcosa sembra essere cambiato - osservano i firmatari della petizione -. Il coro in difesa di Asia Argento sembra oggi levarsi plenario e assoluto. Il popolo si è espresso unanime: "vogliamo che Asia Argento resti!".
Da qui la decisione di lanciare la raccolta firme: "Alla luce dell'onda di entusiasmo e di questa nuova stima professionale nei confronti della violentemente calunniata Argento, anche e soprattutto proveniente dai detrattori della prima ora, chiediamo a gran voce che Sky Italia, in particolar modo nella persona del Direttore delle Produzioni Originali di Sky, Nils Hartmann, possa considerare di rivedere le recenti prese di posizione dell'azienda che rappresenta".

Ti potrebbe interessare: Ida e Riccardo, colpo di scena clamoroso. Uomini e Donne, succede di tutto

ads