Eros Ramazzotti superospite a Sanremo: il cantante lascia tutti di stucco con la sua dedica: il gesto proprio sulle note di ‘’Più bella cosa’’. Lo avete notato?


 

Tutto è partito da quel palco più di trent’anni fa. Era il 1984 e il giovane Eros, poco più che ventenne, vinceva tra le Nuove Proposte del festival con Terra Promessa. L’anno successivo si ripresenta a Sanremo, stavolta tra i “big”, con Una storia importante. Si classifica sesto, ma il singolo vende oltre un milione di copie in Francia. La vittoria l’agguanta nel 1986 con Adesso tu. Tre decenni dopo, Ramazzotti torna al festival di Sanremo: da superospite.

Stringe in mano il nastro arcobaleno alla fine del medley con cui a Sanremo è venuto a celebrare la sua carriera e durante “Più bella cosa” è sceso dal palco per baciare la moglie Marica Pellegrinelli. Una dedica per la sua dolce metà, che proprio durante la performance gli ha lanciato i nastri colorati per le unioni civili. La performance è poi proseguita con “Una storia importante”, “Adesso tu” e il nuovo singolo  “Rosa nata ieri”.

(Continua a leggere dopo la foto) 



Dopo la standing ovation del pubblico dell’Ariston, Ramazzotti si è seduto sui gradini insieme a Carlo Conti e ha parlato della famiglia stringendo il nastro arcobaleno lanciatogli dalla moglie durante la performance: ‘’La famiglia è fondamentale, qualunque essa sia. Un consiglio sui figli? Beh, ognuno lo fa a modo suo, ognuno tira su i propri figli a modo proprio, ma la cosa fondamentale è dargli l’educazione giusta. Bisogna crescerli dritti, altrimenti da grandi non li raddrizzi più”.

 

“Fazio non mi ha voluto, Conti è serio…” A lanciare la frecciatina è uno dei big del Festival di Sanremo e si crea un caso a poche ore dall’inizio della seconda puntata…