“Ecco che faccio adesso”. Ha vinto Sanremo, poi è sparito per anni. Ora è tornato


 

Il successo l’ha ottenuto da giovanissimo. Una carriera fulminante e una ‘caduta’ altrettanto veloce. Ve lo ricordate Alessandro Casillo? Aveva appena 14 anni quando ha conquistato il pubblico di Io Canto, la trasmissione condotta da Gerry Scotti. Poi, a 15, nel 2012, è arrivata la vittoria al Festival di Sanremo sezione Giovani con il brano ‘È vero (che ci sei)’ e a 18 ha firmato il suo secondo album, ‘#Ale’, che arriva secondo in classifica. E poi? E poi il giovane cantante è scomparso nel nulla. Dal piccolo schermo, si intende: oggi Alessandro è tornato a essere ‘una persona normale’ con ‘un mestiere normale’. È il Corriere della Sera a raccontare la parabola di Casillo, che a 18 anni dominava le classifche e ora fa l’idraulico. Ma prima ha preso il diploma, perché “lo spettacolo è così, un giorno sei in cima e il giorno dopo non sei più niente. Non volevo ritrovarmi senza nulla”, dice al quotidiano. Poi ha trovato un’occupazione ed è andato a vivere da solo. Ma oggi sembra che sia proprio arrivata la seconda possibilità per lui. (Continua dopo la foto)








Alessandro, che è nato ad Assago nel 1996, ha da poco pubblicato un nuovo singolo, ‘Ancora qui’. Su YouTube e Spotify ha 30mila ascolti e c’è uno stuolo di appassionati che applaude il suo ritorno. E in cantiere c’è già l’ipotesi di un album. “Mi sono stupito che dopo quattro anni ci fossero ancora tante persone a seguirmi – dice sempre al Corriere – Oggi sei facilmente rimpiazzabile, e invece in tanti mi sono rimasti vicino”. (Continua dopo la foto)




La domanda clou è: come si fa a scomparire dopo tutti questi traguardi? E Casillo risponde che “al momento del successo ero molto giovane, troppo. Sanremo l’ho vinto a 15 anni… è successo tutto così in fretta che mi sono dovuto fermare per analizzare cosa mi fosse capitato. Dovevo capire cosa fare della mia vita, quali fossero le priorità, le cose importanti. Sapevo che nella musica non c’erano certezze e così mi sono creato un piano B”. Quindi il diploma e, come detto, un lavoro. Come idraulico. (Continua dopo le foto)


 


Il mestiere che fa ora gli piace, “ho imparato tanto e continuo a imparare”, ma la musica non è mai uscita dalla sua mente. “Tranne sul lavoro perché devo rimane concentrato”, aggiunge. Ma appena si libera torna a casa: “Passo il tempo a suonare e scrivere. Di sera poi vado spesso nello studio di registrazione di un amico e stiamo tutta la notte a provare”. E ora per il baby fenomeno si potrebbe aprire un futuro interessante: “Finora non ho pubblicato niente di mio per paura di sbagliare, di non piacere, ma adesso sono arrivato al punto in cui ce l’ho messa tutta. Ho passato di tutto e penso di potercela fare”.

Sanremo 2019, Claudio Baglioni, categorico: “Non sarà un’edizione talent”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it