Masterchef, dai fornelli alla giustizia: uno dei volti più noti del talent culinario finisce in tribunale. Ecco chi è e cosa gli è successo


 

Era stato il primo Masterchef d’Italia, ancora oggi ben impresso nella memoria dei tanti fan del talent show culinario. Ora, però, Spyros Theodoridis è finito nei guai. Vincitore dell’edizione 2011 del programma, sembrava fosse avviato a una brillante carriera dietro i fornelli. Ora, però, è arrivato l’imprevisto.

(Continua a leggere dopo la foto)



Nel dicembre 2014, infatti, Spyros aveva inaugurato il locale “1945” a Modena, la sua città. Ma a distanza di poco più di un anno dall’inizio di questa nuova avventura, la collaborazione tra lo chef e la direzione del ristorante si è conclusa nel peggiore dei modi. La vicenda è stata raccontata dalla Gazzetta di Modena: Spyros ha lasciato il lavoro per “problemi di varia natura” che la direzione non ha voluto specificare. Il primo Masterchef italiano, da par suo, ha deciso di fare causa al locale.

“Purtroppo quell’avventura è durata poco – ha dichiarato il diretto interessato – e ho dovuto lasciare la guida del ristorante nei mesi scorsi. Ho deciso di fare causa perché ho notato che non c’è stato un comportamento corretto nei miei confronti”. In attesa del verdetto, Spyros ha intanto annunciato di essere pronto ad aprire un piccolo locale: “due o tre volte a settimana, che possa ospitare una dozzina di persone in modo da permettere loro di entrare in contatto con lo chef”.

Carlo Cracco al veleno: ”E certo, adesso arriva lui a coprire quella mancanza di cui tanto parla!”. Ecco chi ha fatto sbottare lo chef e giudice di Masterchef