Dalla radio alla tv, passando per i libri, i social e la famiglia, Fabio Volo si confessa e svela il suo dramma segreto: ”Ecco come hanno umiliato mio padre…”


 

Fabio Volo si confessa in un’intervista al Foglio. Scrittore e presentatore radiofonico di successo, Volo, che sta per condurre Le Iene, spiega come il suo orgoglio non è ”essere candidato allo Strega, ma vedere che mio padre era stato umiliato dalle banche e alla fine è morto in una casa di proprietà. Gli ho ridato una dignità”.

(Continua a leggere dopo la foto)



Volo ha anche parlato del rapporto con la sua compagna e madre dei suoi figli, Johanna, insegnante di pilates conosciuta a New York. ”Non ho mai tradito perché non sono mai stato fidanzato nella mia vita, dai ventuno anni a quando ho conosciuto la mia compagna a New York. Ho avuto una vita meravigliosa da single, mai storie reali”. E poi la svolta: ”Con Johanna è stato tutto un imparare mentre lo facevo e mi sono scoperto serio. Per come ragionavo prima, ero anche spaventato dalla monogamia, dalla famiglia, pur essendone fortemente attratto – spiega Fabio Volo -. Puoi essere una persona diversa da ciò che pensi. Eppoi io riesco a giocare a metà. Se usciamo per andare a bere io sono uno di quelli che si ubriaca e vomita. Non sono da mezza misura. Se flirtassi sarei come un ex cocainomane serio che si fa una riga. Sono molto contadino, vado a stagioni. La mia stagione da single l’ho fatta, non posso dirti cosa mi aspetta, però adesso c’è la famiglia”.

Ti potrebbe anche interessare Bufera su Fabio Volo: “Vi prego non fatelo, ho il mutuo…”. Ecco cosa ha detto di “tanto” grave