“Il jet privato? Ecco chi paga”. Colpo di scena: Sonia Bruganelli racconta tutto


 

Sonia Bruganelli: l’ultima goccia è stata la foto del sedile del jet privato con la copertina del libro ‘Invidia il prossimo tuo’ in primo piano. “Dedicato”, scrive lei nella didascalia. Una provocazione, l’ennesima di Lady Bonolis, che a ogni post si becca una valanga di commenti feroci. Specie, poi, se c’è di mezzo l’aereo privato che la famiglia usa per volare alla Baleari. Una polemica, questa, che si è rinnovata anche questa estate, quando Sonia ha condiviso coi follower le foto del jet in questione. Prima il viaggio, poi la frecciatina con il libro ‘dedicato’. In mezzo, tanto per non farsi mancare nulla, i post sulle borse di Chanel. Sempre la stessa storia: massacrata dal web perché ostenta troppo la ricchezza. “Ridicola!”, “Piccola donna”, “Sei patetica. Ostentare ricchezza non ti rende migliore di altri, divertiti nella tua pochezza”. Ancora, sempre sotto al post del libro sul sedile del jet: “E ci risiamo. Non ci sta niente da fare chi non teneva niente quando si arricchisce, deve mostrare”. (Continua dopo la foto)



Di solito la Bruganelli incassa, nemmeno risponde ai soliti haters. Ma in una recente intervista rilasciata al Corriere della Sera ha messo qualche puntino sulle ‘i’. “In sostanza, mi dicono ‘vai a lavorare’. Dà fastidio che sia quella che ha avuto la fortuna di sposare uno ricco. Non sono la bellezza stratosferica, eppure ho sposato Bonolis. La bellissima, apparendo, ti dà la dimensione della differenza rispetto alla persona normale. Belen sull’aereo privato è accettata, io faccio rabbia perché il mio lusso sembra ancora meno guadagnato”, spiega. (Continua dopo la foto)


Sul jet privato, poi, specifica una volta per tutte un dettaglio che forse i fan (si fa per dire, visti gli insulti) ignorano: può permetterselo da sola, non lo paga il marito come la maggior parte delle persone crede: “Stare con Paolo mi ha agevolata, ma ora l’aereo privato lo prendo da sola, non devo chiedere a lui”, sottolinea Sonia. Anche perché, e forse anche questo molti dei suoi follower lo ignorano, lady Bonolis lavora, non è solo ‘la moglie di’. (Continua dopo la foto)


 


“Paolo, nei commenti, passa per essere la mia vittima – prosegue sul Corriere -E, non essendo io un personaggio pubblico, mi considerano solo ‘moglie di’ e danno per scontato che viva a suo carico. Invece, ho una società di casting e produzioni tv, la Sdl2005. Non solo lavoro io, ma do lavoro a trenta persone. Scovo i talenti che vanno nei programmi di Paolo e non di Paolo, produco format. Ho una laurea in scienze della Comunicazione, ho iniziato da redattrice”.

“Figlio mio”. Sonia Bruganelli e il messaggio che commuove tutti (anche Paolo Bonolis). Le sue sono vere e proprie scuse pubbliche