“Fabrizio Frizzi? Io so la verità”. Da Massimo Giletti il pesante retroscena sull’amato conduttore


 

“La sua immagine televisiva era rispondente al suo modo di essere. Non l’ho mai visto nervoso o con atteggiamento sgarbato. Era sempre sereno, tranquillo, aveva una parola buona per tutti. Era un artigiano della tv. Mi ricordava Mike Bongiorno, non lasciava nulla al caso”. Così Massimo Giletti, intervenuto a Non Stop News’, il programma di informazione condotto da Fulvio Giuliani, Pierluigi Diaco e Giusy Legrenzi e in onda su Rtl 102.5 e in Radiovisione sul canale 36 del digitale terrestre, ricordava l’amico e collega Fabrizio Frizzi che era scomparso da poche ore, stroncato all’età di 60 anni da un brutto male che non gli ha lasciato scampo. Frizzi, che si è spento lo scorso 26 marzo all’ospedale romano Sant’Andrea, ha lasciato un vuoto incolmabile in televisione. Per il suo pubblico, da sempre affezionatissimo al presentatore garbato, gentile e preparato, e ai suoi colleghi, che in questi mesi l’hanno più e più volte ricordato, cercando anche di stare vicini a sua moglie, Carlotta Mantovan. (Continua dopo la foto)







Sono passati quattro mesi esatti da quel giorno di lutto stretto per il mondo dello spettacolo italiano. Il tempo allevia le ferite, ma non le guarisce. E per Massimo Giletti la morte di Frizzi è ancora una ferita aperta. Lo ha rivelato lo stesso conduttore in un’intervista rilasciata al settimanale In Famiglia. Massimo e Fabrizio hanno trascorso tanti anni insieme: “Siamo cresciuti insieme e per me è stato molto complesso superare quanto accaduto”, dice Giletti. (Continua dopo la foto)




E sono stati proprio quegli anni difficili sul lavoro a rafforzare il loro rapporto di amicizia. Fabrizio “era una persona perbene in un mondo dove essere perbene è sempre più difficile – racconta ancora Giletti alla rivista – Il nostro rapporto si basava sull’onestà e serietà. Ci siamo confidati nei momenti difficili che anche lui ha vissuto quando la Rai non lo voleva più. Ci sono situazioni che la gente dimentica, ma io no”. (Continua dopo la foto)


 


“La Rai non lo voleva più”: una frase, questa di Giletti, che riaccende le polemiche esplose pochi giorni dopo la scomparsa di Frizzi e sollevate da altri colleghi, secondo cui per anni la stessa tv di Stato che lo piange l’avrebbe per anni tenuto in panchina favorendo altri artisti. E ora, con questa dichiarazione destinata a far parlare, si aggiunge anche Giletti, che voci insistenti lo rivolevano in casa Rai ma che sta per iniziare una nuova stagione a La7.

“Con lei!”. Giletti non si nasconde più, le vacanze ‘in love’ di Massimo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it