“Dopo la morte di Fabrizio Frizzi…”. Carlo Conti lo confessa davanti a tutti: è gelo tra il pubblico e i colleghi. Una decisione definitiva


 

“Abbiamo scelto di presentare i palinsesti non casualmente qui, alla Dear Nomentana” perché “questi diventano gli ‘Studi Televisivi Fabrizio Frizzi'”. Lo ha detto ieri, in occasione della presentazione romana dei palinsesti autunnali 2018 della Rai, il Dg di viale Mazzini, Mario Orfeo. Al momento dell’annuncio il Dg ha chiamato accanto a sé la presidente della Rai, Monica Maggioni, e l’amico e collega di Frizzi Carlo Conti. La petizione era stata lanciata su Change.org. A lanciare l’iniziativa l’Associazione Rai Bene Comune-IndigneRAI che raccoglie cittadini e lavoratori della tv di Stato. In questa petizione si chiedeva alla Rai di intitolare a Frizzi gli studi nei quali registrava il quiz e dove era stato coccolato negli ultimi mesi fino agli ultimi giorni della sua vita. Un modo di ricordare il presentatore, scomparso il 26 marzo, e di rendergli ancora omaggio. (Continua a leggere dopo la foto)






“Fabrizio Frizzi è l’emblema di quello che è la Rai e ogni volta che passeremo per questi studi, che ora prendono il suo nome, ci ricorderemo di come si ‘è’ Rai”, ha detto Maggioni. Un istante dopo un commosso Carlo Conti ha esclamato: “Fabrizio è e sarà sempre con noi”, facendo poi vedere un video di back stage di uno spot girato con Frizzi tanti anni fa, nel quale scherzano e ridono inanellando ‘papere’ e dove erano presenti i figli dei due conduttori: Stella Frizzi, avuta da Carlotta Mantovan, e Matteo Conti, nato dalla relazione del conduttore toscano con la moglie Francesca Vaccaro. (Continua a leggere dopo la foto)






Conti in premessa aveva sottolineato che il video, dal quale si capisce fra l’altro che sul set vi erano i figli dei due protagonisti, “evidenzia quattro cose importanti: l’attaccamento alla famiglia perché siamo con i figli, l’attaccamento al lavoro perché stiamo lavorando, l’amicizia e la solarità”. Una piccola testimonianza, in presa diretta, del carattere di Fabrizio Frizzi che Carlo Conti ha voluto fosse tirata fuori dagli archivi per l’occasione. Non solo. La presentazione dei palinsesti è stata un’occasione per riflettere. ”Quello che è accaduto a Fabrizio forse ci ha aperto gli occhi. – ha detto un commosso Carlo Conti lasciando la sala senza parole  – Insegnato cos’è davvero importante nella vita. Oggi voglio lavorare meno, sto lavorando meno, per dedicare più tempo ad altro”. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Tre, per ora, gli appuntamenti che lo riguardano, a partire dalla nuova edizione di Tale e quale Show, che torna su Rai1 da venerdì 14 settembre con una giuria esplosiva: accanto all’ormai ”veterana” Loretta Goggi, arrivano infatti Vincenzo Salemme e l’amico di tante avventure Giorgio Panariello. Regalo di Natale, una prima serata con lo Zecchino d’oro (di cui è direttore artistico), in diretta su Rai1 il 7 dicembre: una grande festa in cui le canzoni saranno reinterpretate da cantanti e attori. E poi si torna a La corrida. Tra 10 anni? ”Non mi pongo il problema – dice – potrei avere un programma, fare il pescatore. O l’inviato per Donatella Bianchi a Linea Blu”.

Fabrizio Frizzi, è successo: la notizia a 3 mesi dalla morte. E Carlo Conti non trattiene la commozione

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it