“Faccio schifo”. Ha detto così a Carlo Conti in diretta tv, ma solo ora emerge la verità: quel particolare sul passato del concorrente de L’eredità. La triste storia di Tommaso


 

Con la sua risposta è diventato l’eroe e lo zimbello d’Italia per qualche giorno. Da una parte gli anziani, che, hanno reputato la sua risposta un affronto al conduttore, i giovani che lo hanno osannato condividendo a dismisura il suo video che nel frattempo è divenuto virale dappertutto. Parliamo di Tommaso, concorrente de L’Eredità di Carlo Conti che alla domanda di quest’ultimo: “Cosa fai di bello nella vita?”, il giovane ha risposto semplicemente: “Schifo”. La gag è diventata virale all’Eredità, soprattutto la reazione divertita di Carlo Conti. Ma chi è il veramente buffo concorrente? Si chiama appunto Tommaso Accinelli Fasoli, è di Lodi, ha 34 anni, e al Corriere dice: “Sono laureato in Ingegneria, ma sono disoccupato da diverso tempo”. Ecco perché ha detto che la vita fa schifo. “Tutta questa popolarità improvvisa mi ha sorpreso, non me l’aspettavo, ma non c’ è stato niente di preparato, è stata una risposta spontanea. Lo dico spesso, così per sdrammatizzare”. Dopo la laurea triennale, il lavoro non è arrivato: “Due anni fa avevo fatto il calcolo esatto: a 10 anni dalla laurea sono stato disoccupato per 8 anni e ho lavorato per 2”. (Continua dopo la foto)







Si difende: “Non ho fatto lo schizzinoso, sono stato flessibile, ho cercato di adeguarmi, ho fatto qualunque lavoro, anche il promoter per un’azienda di intimo, anche se stare in pigiama fuori da un centro commerciale non è il massimo”. “Tutta questa popolarità improvvisa mi ha sorpreso, non me l’aspettavo — spiega ora Tommaso —, ma non c’è stato niente di preparato, è stata una risposta spontanea. Lo dico spesso, così per sdrammatizzare”. Eroe per caso e per un giorno, come capita in questa società liquida dove tutto scorre in un attimo, tranne il lavoro. Dopo la laurea triennale le cose non sono andate come si aspettava. La tv come àncora per una botta di fortuna: “Ci ho provato, qualche soldo avrebbe fatto comodo. Sapevo la risposta finale della Ghigliottina, ma sono stato eliminato prima purtroppo”. (Continua dopo le foto e il video)





 


Il quiz di Rai1 prodotto da Magnolia non è stata la prima esperienza televisiva, è apparso anche a La pupa e il secchione — e non era la pupa: “Non è andata bene, anzi è stato controproducente perché ha intaccato la mia credibilità. È capitato che non mi dessero un lavoro perché avevano visto online che avevo partecipato al reality: noi cerchiamo persone serie, mi hanno detto”. Gli psicologi evoluzionisti hanno studiato la nostra naturale “polarizzazione della negatività”, che è quell’istinto che rende le esperienze negative più significative di quanto siano in realtà. Non è che autoproclamando il suo schifo è troppo duro con se stesso? “Sono un perfezionista, non mi piace piangermi addosso: se non ho risposto alle domande dell’Eredità è perché non le sapevo, non perché erano difficili”.

Ti potrebbe anche interessare: “Che cosa hai detto?”. L’Eredità, la gaffe “hot” scatena l’ironia social. Carlo Conti prova a nascondere l’imbarazzo. Tutto inutile…

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it