Sono passati anni dalla morte di suo padre, ma solo ora Paolo Bonolis rivela un retroscena che lui stesso, ancora oggi, definisce ”inspiegabile”. Ecco cosa è successo


 

Paolo Bonolis, uno dei mostri sacri del piccolo schermo si racconta nel corso di un’intervista rilasciata al settimanale Nuovo. E per la prima volta parla a cuore aperto dei suoi genitori, delle doti da loro ereditate e anche di quel retroscena singolare avvenuto dopo la morte di suo padre e al quale, ancora oggi, non riesce a dare una spiegazione: ”Buona parte di quello che sono deriva dal mio papà. Da lui ho preso il senso dell’umorismo. Da mia madre, invece, la sfrontatezza. Penso che prendersi troppo sul serio, alla lunga, diventi un problema. La leggerezza è il modo migliore per affrontare la vita. È un grande antibiotico dell’esistenza“.

(Continua a leggere dopo la foto)








Il presentatore di Avanti un altro passa poi a raccontare quell’aneddoto curioso anticipato qualche riga sopra: ”Negli ultimi giorni di vita di mio padre stava nascendo la mia prima figlia che ho avuto da Sonia – continua Bonolis – e tra le ultime cose che mi ha detto, si è raccomandato di regalare a mia moglie un mazzo di rose bianche in occasione del parto e io gli promisi che lo avrei fatto. Silvia è nata a dicembre e quando in primavera fiorirono le rose rosse che avevamo sul terrazzo, diventarono tutte bianche! Chiesi a un esperto come fosse possibile – prosegue – e lui disse che era inspiegabile. Dietro questo episodio per me c’è un grande significato e riguarda il senso estetico dell’esistenza: sono pochi quelli che riescono a guardarsi intorno e a vedere che c’è sempre del bello nella vita. È una cosa che perdiamo di vista, perché spesso in quello che facciamo noi cerchiamo uno scopo, un’utilità”.

Sonia, Bonolis l’ha sempre detto, è la donna della sua vita: ”Con mia moglie siamo fianco a fianco tutti i giorni. Lei è molto in gamba, rapida, sveglia, intelligente e organizzatrice. Sul lavoro ho voluto che mi fosse accanto perché aveva le carte in regola per fare bene e dare un’accelerazione a tutto ciò che facevamo. Ha fondato anche una linea d’abbigliamento per bambini ed è una cosa che mi rende molto orgoglioso. Ma io sono soprattutto fiero di lei come persona e come donna. E poi sono innamoratissimo. Non contribuisco in nessun modo alla sua avventura, ma mi pare che le stia dando molte soddisfazioni e che si diverta. Si dice che dietro un grande uomo ci sia sempre una grande donna, io invece credo che camminino di pari passo!”.

Potrebbe anche interessarti:  La moglie di Paolo Bonolis parla senza filtri della malattia della figlia. Ecco cosa ha detto, col cuore in mano, Sonia Bruganelli

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it