“Rivoluzione al Tg5”. Cambio epocale a Mediaset. Dimenticate “questo” telegiornale: completamente nuovo e già si sa che diverrà storia. Qualcuno ha già notato che niente è più come prima. Anche voi?


Rivoluzione al Tg5. Si tratta di un cambio epocale della rete ammiraglia di Mediaset che non può passare inosservato. Ma che cosa riguarda questo cambiamento tanto rivoluzionario? Si tratta di un restyling grafico che riguarderà il logo della rete e anche quello del Tg5. Come si legge sul sito di Davide Maggio “Ad anticipare l’imminente rifacimento (a cui manca solo l’ufficialità) è stata la stessa azienda, che nei giorni scorsi ha messo online il nuovo logo del notiziario diretto da Clemente Mimun”. Non vi siete accorti di nulla oppure sì? Forse no. E come mai? Beh, come si legge sul sito di Maggio, la nuova grafica di Canale 5 e Tg5 è apparsa sul sito dell’app del telegiornale. “Forse con troppo anticipo (al momento, infatti, si è tornati al vecchio logo) in attesa di comparire anche in video” si legge ancora su Davide Maggio. Può suonare esagerato ma la novià è clamorosa per davvero. Pensate che le origini del marchio di Canale 5 risalgono al 1976, anno in cui l’emittente televisiva “Telemilano 58” adotta il marchio con il biscione dal fiore in bocca. Ve lo ricordate? Sembra roba di una vita fa. Continua a leggere dopo la foto



Poi, nel 1979, per breve tempo, diventa “Canale 10” per poi diventare, definitivamente, “Canale 5” nel 1980. Si racconta che nel 1981, durante l’impaginazione del primo palinsesto della rete sul “Giornale Nuovo”, il numero 5 fu ingrandito e posizionato – per sbaglio – sul marchio originale. Silvio Berlusconi, che supervisionava tutto, rimase colpito da quell’errore e approvò questa nuova impaginazione. Altro restyling viene fatto nel 1985: viene data un’ulteriore rilevanza al numero 5. E si cambia ancora nel 1987. L’ultimo restyling risale al 2001. Cosa ha di diverso questo nuovo logo? È più minimal del precedente e più snello, soprattutto il carattere del “Tg”. “Che vi siano trasformazioni e lavori in corso lo si intuisce anche dalla scenografia del notiziario – scrive Davide Maggio – che di recente è andata in onda con uno sfondo provvisorio e con inquadrature diverse da quelle abituali”. Continua a leggere dopo le foto



 

Ma perché questa decisione di cambiare? Beh, questo rinnovamento grafico è una botta di vita. Il restyling, infatti, riguarderà anche il logo di Canale5, che cambierà a diciassette anni dall’ultimo ritocchino ‘estetico’. Nel mentre, però, i telespettatori più attenti avranno notato qualche differenza: dal 3 aprile è stato infatti modificato e aggiornato il ‘bumper’ che introduce i programmi Mediaset. Diverse la composizione grafica e l’animazione. La musica, invece, è rimasta la stessa. Che ne dite? Vi piace questo nuovo “pacchetto”? O ancora dovete abituarvi? Beh, certo, fin quando non diventa ufficiale, abbiamo tutto il tempo per farlo…

E al Tg5 della sera va in onda la porno-gaffe: quella erezione davvero inaspettata. E nessuno se ne accorge…