“Grazie Fabri”. Il regalo di Rita Dalla Chiesa: spunta un vecchio video che commuove l’Italia intera. Quelle parole di Frizzi, poi… Un colpo al cuore


 

Morto Fabrizio Frizzi, Rita Dalla Chiesa, che è stata la sua prima moglie, non è riuscita nemmeno a trovare le parole per ricordarlo. O meglio: il dolore era talmente forte che, dopo essere andata all’ospedale Sant’Andrea dove il conduttore è morto nella notte tra domenica 25 e lunedì 26 marzo, solo molte ore dopo, nel cuore della notte, ha lasciato un pensiero sui social: “Non riesco a dormire. Ma non scrivo niente, perché dovrei scrivere il tutto. E il tutto, stanotte, preferisco, tenermelo dentro”, ha scritto sul suo profilo Facebook dopo aver dribblato fotografi e giornalisti in ospedale. Lì, sopraffatta dalle lacrime, aveva tagliato corto così: “Fabrizio mancherà a tutti”. Una grande verità. Il giorno dei funerali, mercoledì 28, tra i tantissimi omaggi di amici e colleghi, ha colpito il cuscino di lunghe rose rosa con un nastro firmato semplicemente ‘Rita’. È altamente probabile che sia il suo, della Dalla Chiesa. Fabrizio e Rita, da sempre riservatissimi, sono stati insieme per anni. L’amore era sbocciato nel 1982 dietro le quinte di Tandem. Poi la conduttrice oggi 70enne è diventata sua moglie nel 1992. Il matrimonio, chiacchieratissimo all’epoca per la differenza di età, è poi finito nel 1998, ma i rapporti con l’ex sono sempre stati ottimi. (Continua dopo la foto)








Rapporti ottimi ma sempre nel rispetto della nuova famiglia di lui. La Dalla Chiesa, infatti, ha sempre fatto un passo indietro per la seconda moglie di Fabrizio, Carlotta Mantovan e della loro bambina Stella. In occasione del malore che ha colpito il conduttore lo scorso ottobre e che, già allora, aveva fatto temere per la sua vita, Rita non ha mai nascosto il suo dispiacere e la sua preoccupazione. Ai microfoni di Verissimo, lo scorso febbraio, aveva detto che Fabrizio “è stato l’uomo più importante della mia vita. Avrei voluto correre da lui, ma le seconde famiglie vanno rispettate. Per questo ho pensato che fosse giusto restare a casa e rimanere in contatto con Carlotta che mi dava notizie”. (Continua dopo le foto)





 


E adesso, su Facebook, Rita ricorda il conduttore gentile con un vecchio video, riproposto da Blob, in cui Fabrizio legge un racconto toccante. Quattro candele, tre delle quali si spengono, fino a che nella stanza in cui bruciavano entra un bambino: “Ma cosa fate, voi dovete rimanere accese. Io ho paura del buio”, afferma. Dunque, “la quarta candela impietosita disse: non piangere, finché io sarò accesa potremo sempre riaccendere le altre candele. Io sono la speranza”. Una storia che, spiega Frizzi alla fine del racconto, ci insegna “che non si deve spegnere mai la speranza dentro il nostro cuore e che ciascuno di noi può essere lo strumento, come quel bimbo, capace in ogni momento di accendere con la sua speranza la fede, la pace e l’amore”. Il post condiviso da Rita, per la cronaca, è stato condiviso da oltre 10mila persone e ha raggiunto quasi 18mila like. Questa la didascalia al video scritta da Rita: “Per Stella, Lorenzo e tutti i bambini che hanno bisogno di credere nella luce di una candela…Grazie, Fabri”.

“Ora la moglie di Fabrizio Frizzi…”. Poche ore dopo il funerale, parla Milly Carlucci. Il forte appello per Carlotta Mantovan

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it