“Fabrizio…”. Lo strazio di Antonella Clerici per la morte di Frizzi. Colleghi ma soprattutto amici, quella ‘cosa’ che stavano per fare insieme


 

Più che colleghi amici. Antonella Clerici e Fabrizio Frizzi. Era bello vederli insieme, con quel modo schietto ed a tratti fanciullesco di dire le cose. Sguardi puliti e sorriso sempre sul volto. Antonella continua. La corsa di Fabrizio invece si è fermata. All’improvviso, nel pronto soccorso dell’ospedale Sant’Andrea di Roma. Antonella non dimentica. E non potrebbe. Lei che con Frizzi, e l’amico Carlo Conti, avrebbe dovuto condurre la nuova edizione de I Migliori anni.Ha voluto salutare Fabrizio a suo modo, con un post stringato su Instagram che dice moltissimo: “Ciao amico mio”, accompagnata da una valanga di cuori e commenti. Migliaia sono quelli rimbalzati su Facebook e Twitter. Un vero e proprio lutto collettivo.
“Se n’è andata una persona della mia famiglia”. Un “grande uomo” e un signore”, sempre “garbato e sorridente”, “mai sopra le righe”. “Era entrato nelle nostre case con la sua gentilezza e correttezza. Non ci sono parole”, si legge in un commento. E ancora: “Eri una persona stupenda, umile, un pezzo del nostro cuore se n’è andato oggi con te”. “Un signore nell’animo, mancherà tantissimo”, sottolinea un altro utente. (Continua dopo la foto)








C’è chi scrive: “Non guardo praticamente nulla in tv, ma l’Eredità condotta da lui era l’eccezione proprio per la sua presenza”. Una ex concorrente di un suo programma scrive: “Il garbo e la signorilità con cui stringevi la mano a ognuno di noi, come un vero padrone di casa, e non come uno per i quali siamo numeri per fare Auditel, non l’ho mai dimenticato”. Poi il saluto: “Ciao, ‘ragazzo’ sorridente e per bene”. Il suo pubblico è sconvolto: “Incredibile ha condotto L’eredità fino a sabato scorso. Stamattina come un fulmine a ciel sereno la notizia”. “Mi dispiace veramente. E’ una di quelle persone – si legge in un post – che, pur non avendola conosciuta, ci ha accompagnati dall’infanzia fino all’età adulta. (Continua dopo le foto)






 

Mi ricordo che più di 30 anni fa, tra scuole elementari e medie, guardavo il suo ‘Tandem’ tutti i pomeriggi facendo la merenda!”. “Non ci ha lasciato un personaggio famoso – scrive un utente – ma, principalmente un uomo, un uomo buono, gentile, un uomo che aveva fatto del garbo la propria bandiera di vita. Il rispetto per le persone, per gli altri, educato, intelligente, un professionista amato da tutti. Lascia un vuoto enorme”. E c’è chi commosso lo saluta così: “Il mondo dovrebbe essere abitato da persone come te, oneste, generose, entusiaste, per bene, ciao Fabrizio, ragazzo per sempre”.

Ti potrebbe interessare: “Avrei voluto correre da lui”. Quelle parole di Rita Dalla Chiesa sulla malattia di Fabrizio Frizzi che in pochi hanno letto

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it