“Lui è mio padre”. Rudy Zerbi confessione choc da Silvia Toffanin. Parole che hanno provocato un vero e proprio terremoto, l’uomo in questione infatti è uno dei volti più conosciuti e noti della televisione


Rudy Zerbi come non l’avevamo mai visto. Ospite a Verissimo di Silvia Toffanin, si è lasciato andare a delle confessioni sulla sua vita privata rimaste finora sepolte. Personali e delicate al punto da lasciare attonita anche la conduttrice che non ha potuto far a meno di commuoversi. Rudy infatti ha parlato del padre, un padre biologico conosciuto solo a 30 anni quando ha saputo che era Davide Mengacci: «E’ stato un colpo pazzesco scoprire vedendo la tv, una Vigilia di Natale con mia madre che Davide Mengacci era mio padre. Mia mamma aveva appena scoperto di avere un brutto male e non voleva lasciarmi senza che io sapessi un pezzetto della mia vita e del perché io avessi questa passione per l’arte». Quando gli viene chiesto se ha perdonato Mengacci per la sua assenza risponde: «Ho imparato nella vita che è sempre sbagliato giudicare, prima è più importante capire. Ho cercato di razionalizzare questo perdono, ma ho passato momenti di grande rabbia. Avrei voluto tanto crescere e condividere delle cose con lui. Comunque ora abbiamo recuperato il tempo perduto». Quando ha scoperto che Davide Mengacci è il suo vero padre, Rudy Zerbi aveva già un figlio. (Continua dopo la foto)







Sapeva già, dunque, che cosa significasse essere padre. Quando tu pensi che la tua vita sia in un modo e sei già papà a tua volta e poi scopri che è tutta un’altra cosa è difficile rimanere impassibile – ha raccontato ancora su Canale 5 – ho passato momenti di grande rabbia ma ho imparato nella vita che è sempre sbagliato giudicare, prima è più importante capire. Ho cercato di razionalizzare questo perdono. Ma un dispiacere gli è rimasto: Avrei voluto tanto crescere e condividere delle cose con lui…. Poi Rudy parla della sua carriera e di quanto debba a Maria De Filippi per quello che ha fatto per lui: «o devo ringraziare Maria De Filippi, lei mi ha veramente salvato la vita. (Continua dopo le foto)








Ero in un momento di grande difficoltà perché avevo chiuso il mio contratto con una casa discografica e avevo già tre figli. Con la sua proposta mi ha dato la possibilità di poter continuare a vivere grazie alla mia passione per la musica e a mantenere la mia famiglia». Al di là della scoperta fatta a trent’anni, Rudy è rimasto fermamente convinto del fatto che i figli sono di chi li cresce. “Per questo il mio papà è Giorgio”, ha messo in chiaro parlando di Giorgio Ciana, imprenditore e secondo marito della madre. Con Mengacci, invece, si sono visti per la prima volta il 3 marzo del 2001. Durante una festa a cui erano stati invitati entrambi, Rudy Zerbi si limita a dirgli: “Ciao Davide, mi chiamo Rudy e sono il figlio di Luciana”.

Ti potrebbe interessare: “Scusate, non ce la faccio”. Lacrime in diretta per Rudy Zerbi. Deve intervenire Silvia Toffanin: la domanda purtroppo, lo ha fatto sprofondare il quel tristissimo ricordo. Cosa ha detto subito dopo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it