“Il sesso? Ecco cosa mi hanno costretta a fare”. Michelle Hunziker choc. L’ultima rivelazione sconcertante sul periodo più buio della sua vita è di quelle che non ti aspetti. “Ed erano pure i miei anni migliori…”


 

“È la prima volta che racconto questa storia. Finora ho nascosto tutto persino a mia madre, l’unico con cui ne ho parlato è stato mio marito Tomaso. Quando ci siamo conosciuti abbiamo condiviso tutto: lui i suoi lutti e io la mia esperienza dei cinque anni in una setta. Una volta uscita da lì è stato un continuo tentativo di ricostruire la mia vita. Non è stato facile accettare che fosse successo proprio a me: ho sofferto di attacchi di panico e per anni ho creduto che sarei morta di lì a poco, per soffocamento, come aveva previsto la setta”. A parlare è Michelle Hunziker, che ha deciso di “vuotare il sacco” con un libro su un periodo particolarmente buio della sua vita per mettere in guardia quelli che rischiano di cadere nella rete di un guru. “È un’epoca infestata da life-coach: solo a sentire la parola mi viene da schiaffeggiarli, il maestro di te stesso sei solo tu”, continua Michelle che per 5 anni è stata prigioniera di una setta. “Ho scritto questo libro per raccontare una storia di sofferenza. Mia madre ha sofferto, Eros ha sofferto. Non voglio tirare fuori il passato perché ora sono felice. Non parlavo con nessuno oltre a loro. Ti ricattano con l’amore e con Dio”. (Continua dopo la foto)







“Uscita dalla setta ho trovato una guida spirituale, frate Elia, che mi ha permesso di incontrare padre Amorth: mi ha rassicurata e poi mi ha benedetto. Ho ripreso a mangiare carne solo in attesa di Sole. Prima sentivo odore di cadavere. Oggi non ho rancori, ho scoperto la fragilità della setta, tutto il progetto che si è dissolto sotto ai miei occhi”, dice ancora sul Corriere della Sera. Ma attenzione: il libro di Michelle non punta il dito contro nessuno. “I ragazzi dell’età di Aurora si fanno domande, cercano i valori. Vorrei solo dire di credere negli affetti veri e non nei ‘maestri’. Se è capitato a me non deve per forza capitare a tutti”. Un racconto, questo della setta di cui è stata prigioniera per anni, che in queste ultime settimane Michelle ha ripercorso più volte, sui giornali e in televisione. (Continua dopo le foto)








 

Ne ha parlato anche nello studio di Quarto Grado, il programma condotto da Gianluigi Nuzzi su Rete 4. Al pubblico di Quarto Grado ha svelato alcuni dettagli di quegli anni bui: “La purezza per la setta era fondamentale – confida la Hunziker a Nuzzi – Mi facevano spesso vestire di bianco e nei migliori anni della mia vita ho praticato l’astinenza sessuale”. Perché, aggiunge, “ognuno di noi ha una parte animale, controllando questa parte animale si può essere puri”. E prosegue: “Dopo un po’ di astinenza sessuale mi sono anche infatuata del figlio di Clelia (la pranoterapeuta Giulia Berghella a capo della setta dai tanti nomi) ma anche con lui non potevo fare nulla. Era tutto platonico”.

“Ecco il mio regalo”, Michelle Hunziker commuove tutti a ‘C’è posta per te’ con un gesto davvero bello. La storia di Giuseppe e Chiara ha emozionato il pubblico a casa e in studio, e lei è stata dolcissima, come sempre: cosa ha fatto

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it