“Barbara D’urso e quel modo così meschino di fare ascolti: guardate chi ha invitato questa volta… “, Selvaggia Lucarelli non ci sta e stavolta ci va giù pesante. Ecco cosa le ha scritto


 

Non si placa Selvaggia Lucarelli, paladina della giustizia giornalistica. La sua “preda”, se così vogliamo chiamarla è ancora lei, sempre lei: Barbara D’Urso e la sua tv del dolore. L’attacco arriva su Facebook, in contemporanea a Domenica Live, che ha ospitato in studio Anthony Manfredonia, l’uomo accusato di aver essere violento con le ex compagne, Barbara De Rossi e Mary D’Onofrio.

(continua dopo la foto)








A Selvaggia non sfugge l’ospitata, e così si scatena: “Nonostante le ex del signore abbiano mandato diffide al programma (entrambe hanno condiviso questo post, stanche di subire questa persecuzione mediatica) – scrive sul proprio profilo Fb – e Mary abbia mostrato in presenza del suo avvocato la documentazione completa alla D’Urso su denunce, referti medici e sms in cui il signor Manfredonia scriveva “Ti ammazzerò e piscerò sulla tua tomba” e ammetteva di averla picchiata (che la signora non ha letto, strano), oggi il signore è di nuovo a fare show, certamente spesato e pagato, a Domenica Live”, insinua una velenosissima Selvaggia.

(continua dopo la foto)




Attacco totale – Il post prosegue: “Dopo le intercettazioni sui parenti del piccolo Loris e ‘sta roba qui, voglio capire cos’altro serve per fermare questo scempio. p.s. La signora D’Urso che invita le donne a denunciare si metta bene in testa che uno dei motivi per cui le donne non denunciano è che temono di non essere credute. Ci mancano solo le trasmissioni in cui quello che mena può andare in tv a dare della cazzara a quella picchiata, magari recitando la parte del martire suggerita dall’avvocato in vista del processo. Che bel servizio che fa alle donne la signora D’Urso, davvero brava”.

Ti potrebbe anche interessare: Le verità e le sofferenze di Mary, la ex di Anthony Manfredonia: ”Una terribile esperienza. Ecco tutto quello che mi ha fatto…”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it