Lacrime a Tu sì que vales: va in onda il filmato dove un concorrente sfreccia in moto in pista. Ma quando entra in studio, pubblico e giudici rimangono senza parole…


 

Commozione a Tu sì que vales. È il turno di Maximilian Sontacchi, un ragazzo di 27 anni che ha presentato la sua esibizione con un filmato: con la telecamera fissa sulla sua moto, il video mostrava un apparentemente normale giro su una pista da corsa. Apparentemente perché se sulle prime i giudici del talent non hanno capito cosa ci fosse di tanto straordinario, quando Maxilimilian ha fatto il suo ingresso in studio sono rimasti senza parole.

(Continua a leggere dopo la foto)








Disabile da qualche anno, per colpa di un tragico incidente stradale, il 27enne è costretto sulla carrozzina. E così ha raccontato la sua storia: ”Mi presento, ho 27 anni, dieci anni fa una macchina contromano mi ha colpito e questo è il risultato. Mi ha cambiato la vita dandomi la seconda possibilità che solo nei film danno, ma per me è stata la seconda più bella possibilità della mia vita, perché prima dell’incidente ho avuto un’adolescenza un po’ turbolenta, gli amici erano turbolenti come me, ma l’incidente ha portato tutto sulla retta via, famiglia e amici, mettendomi davanti alla consapevolezza di cosa sia davvero la vita. E una volta uscito dal coma ho capito che se stavo male io stavano male i miei amici e quindi vivo da anni con l’intento di far stare bene chi sta vicino a me. Io vivo al massimo qualunque sentimento, ho sempre cercato di avere lo stimolo di guidare, ma l’anno scorso ho avuto un piccolo crollo, abbandonando le auto. Poi ho scelto di farlo con la moto, chiedendomi perché no. Credo di essere il primo paraplegico in Italia ad andare in moto e lo faccio perché ho intenzione di dare ad ogni paraplegico la possibilità di andare in moto, così un anno fa ho creato la prima scuola motociclistica per paraplegici”.

 

(Continua a leggere dopo la foto)





”Per tenermi su– continua a spiegare Maximilian – abbiamo usato un semplice vetro, uno tra le gambe ed anche sulle ginocchia,è tutto molto semplice. Io devo ringraziare quelli che mi stanno vicino, dai miei genitori, ai miei amici, alla mia ragazza”. I giudici sono rimasti molto colpiti dalla sua storia, Maria De Filippi si è detta ”pietrificata” e ha parlato a nome di tutti: ”Ti senti piccola e ti senti, per certi aspetti, anche un po’ cretina di fronte a cose di questo genere. Ci vuole gran coraggio, grande forza e grande volontà. Spero che, aldilà del ‘vale’, la tua esibizione possa essere vista da tanti, anche all’estero, perché tutti possano fare questa scuola per disabili”, ha concluso visibilmente commossa.

Potrebbe anche interessarti: Maria De Filippi, colpo di scena: Belen ‘allontanata’ da “Tu sí que vales”. Ecco cosa c’è dietro… e tutto accadrà in diretta tv

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it