“Urca!”. Ecco quanto guadagnano Cracco, Cannavacciuolo e gli altri chef


Sono bravi, famosi, affascinanti e carismatici. In qualche fortunato caso sono anche belli, ma soprattutto sono ricchi, anzi ricchissimi. Parliamo degli chef stellati più famosi e di quanto vale il loro giro d’affari. In Italia oggi sono 343 i ristoranti che possono esibire il prestigioso fregio della guida Michelin. Un collettivo formato sempre più da cuochi-imprenditori che, nell’ultimo anno, secondo la società di consulenza turistica Jfc, ha mosso un giro d’affari complessivo di 259 milioni di euro. Una stella vale in media 708.247 euro di fatturato, mentre con due stelle si sale a 1 milione e 124.604 euro e con tre stelle la cifra arriva a 1 milione e 540mila euro. In altre parole, sulle cucine stellate piovono milioni. Nella lista dei primi dieci chef più ricchi d’Italia, secondo i dati elaborati da Foodcommunity.it, ci sono nomi più o meno famosi al grande pubblico e chiaramente anche chi può vantare ben tre stelle Michelin. Alcuni di loro sono noti al grande pubblico, grazie soprattutto a programmi di successo come il talent show culinario Masterchef, altri invece sono meno famosi ma i loro giri d’affari sono da capogiro, a riprova del fatto che gli amanti dell’alta cucina investono nella loro passione. (Continua dopo la foto)

Ti potrebbe interessare: L’AMORE VINCE TUTTO. IL VIDEO VIRALE CHE SPOPOLA IN RETE…



Nell top ten dei cuochi stellati ci sono anche delle assenze che lasciano meravigliati, come lo chef Bruno Barbieri che, a quanto pare, malgrado la grande fama a livello internazionale e nonostante durante la carriera si sia aggiudicato ben 7 stelle Michelin, ha un giro d’affare molto più modesto rispetto ai colleghi giudici di Masterchef. Vediamo nel dettaglio quali sono i dieci cuochi-imprenditori più ricchi del momento. Foodcommunity.it ha raccolto i dati ufficiali di Infocamere e Cerved (più le stime in base alle dichiarazioni degli stessi chef nel corso di interviste) sui bilanci delle società legate ai cuochi italiani e ha incrociato i loro fatturati per capire chi siano veramente i “signori” della cucina italiana sul fronte economico. (Continua dopo le foto)



 

Moreno Cedroni, Enrico Bartolini e Niko Romito si qualificano agli ultimi tre posti della classifica con, rispettivamente, 2,6, 2,7 e 3,7 milioni di euro. In settima posizione troviamo Massimo Bottura con quasi 5 milioni di euro (4,9).  Il giudice di Masterchef e Cucine da Incubo, Antonino Cannavacciuolo vanta la sesta posizione con 5,2 milioni euro, mentre alla quinta troviamo Andrea Berton con 5,4 mln e subito sopra Giancarlo Perbellini (6 mln). Ha detto addio alle telecamere Sky proprio per concentrarsi sugli affari Carlo Cracco che sale sul podio con 7,5 milioni di euro. Infine, i due giganti della cucina stellata sono i fratelli Alajmo, secondi classificati con 11 milioni, e la famiglia Crea, prima classificata con oltre 15 milioni.

“Cosa hanno trovato nel ristorante di Cannavacciuolo”. E lo chef e giudice di Masterchef, che è appena tornato in tv con una nuova edizione del talent, finisce nei guai dopo il blitz dei carabinieri