“Ma quanto è alto? E quanto pesa?”. Antonino Cannavacciuolo, tutti i segreti del Bud Spencer della cucina (e di MasterChef)


Peso massimo dell’alta cucina italiana, lui è il Bud Spencer dei fornelli e le sue “pacche” sulle spalle sono il suo tratto distintivo, insieme ai quei 102 chilogrammi di veracità napoletana distribuiti per un metro e 91 centimetri di charme e talento. Stiamo parlando, ovviamente, di Antonino Cannavacciuolo, chef stellato di fama internazionale, giudice di Masterchef e temuto fustigatore di Cucine da Incubo. Classe 1975, il colosso della buona cucina è nato a Vico Equense, terra ricca di tradizioni culinarie, che ha segnato in modo irreversibile la sua idea di menu. A dispetto della sua imponente stazza e delle sue famigerate pacche che piegano i malcapitati, Antonino è famoso per la sua gentilezza, per i modi pacati e per il suo cuore grande. Durante la sua carriera di chef è stato premiato con 2 stelle Michelin, 3 forchette della Guida Gambero Rosso e 3 cappelli della Guida de L’Espresso. Figlio d’arte (anche il papà è cuoco), da ragazzo ha studiato presso la scuola alberghiera, I.S.I.S. “F. De Gennaro”, conseguendo l’Attestato di Cucina nel 1989. Dopo le prime esperienze nella penisola sorrentina, è entrato come stagista in due ristoranti francesi nella regione dell’Alsazia, l’Auberge dell’Ile di Illhaeusern e il Buerehiesel di Strasburgo. (Continua dopo la foto)

Ti potrebbe interessare: L’AMORE VINCE TUTTO. IL VIDEO VIRALE CHE SPOPOLA IN RETE…






Ha avuto modo di lavorare anche nel ristorante del Grand Hotel Quisisana di Capri, quando la cucina era sotto la consulenza di Gualtiero Marchesi, il quale però ha negato che ci fosse stata una qualsivoglia collaborazione diretta tra i due. Ad ogni modo, grazie all’esperienza maturata sul campo e all’innata sensibilità per l’arte culinaria, nel 1999 Antonino ha assunto, insieme alla moglie Cinzia Primatesta, la gestione della dimora storica in stile moresco Villa Crespi, a Orta San Giulio sul Lago d’Orta, di cui ricopre il ruolo di chef patron e dove nel 2003 si è aggiudicato la prima stella Michelin, seguita nel 2006 dalla seconda. In poco tempo, Cannavacciuolo si è guadagnato grande fama a livello internazionale, tanto che nel 2013 ha fatto il suo ingresso trionfale in televisione nella versione italiana del cattivissimo Gordon Ramsey nel programma Cucine da incubo, che lo ha consacrato al successo del grande pubblico. (Continua dopo le foto)

Picola nanna per i giudici @masterchef_it @skyunohd @brunobarbieri_chef @jbastianich

Un post condiviso da Antonino Cannavacciuolo (@antoninochef) in data:

 Il gigante dalle mani d’oro è entrato nelle case e nei cuori degli italiani (ma soprattutto delle italiane!) e il numero dei suoi fan è cresciuto esponenzialmente, tanto che Sky lo ha voluto al fianco di Joe Bastianich, Carlo Cracco e Bruno Barbieri a partire dalla quinta stagione di MasterChef. Antonino ha dimostrato di avere un buon appeal televisivo e sono diversi i programmi che continuano a invitarlo come ospite, a cominciare da Sanremo. Attualmente, lo chef, che è anche scrittore e imprenditore, continua a cavalcare l’onda del successo: è stato riconfermato giudice del noto talent suoi cuochi amatoriali; conduce il suo programma televisivo ‘O mare mio; è ancora il protagonista del format Cucine da incubo; è lo chef patron del pluripremiato Villa Crespi e ha all’attivo altri due locali a suo nome. (Continua dopo il video)

 

Vista la mole di lavoro alla quale si sottopone, è facile credere che non abbia tempo da dedicare alla sua vita privata… niente di più sbagliato! Il gigante buono non solo è padre di due splendidi figli, Elisa e Andrea, ma è anche un marito affettuoso e, dopo circa undici anni di relazione, innamoratissimo. Antonino e Cinzia si sono conosciuti nel lontano 1997, mentre il matrimonio è arrivato due anni dopo, e ancora oggi, quando i giornalisti indagano sulla sua vita sentimentale, Cannavacciuolo risponde con un romantico “Cinzia è stupenda, è l’amore della mia vita”.

“Ecco perché non mi vedrete a Masterchef”. Ora che manca poco al via della nuova edizione, finalmente Carlo Cracco si confessa: “I veri motivi”. Un duro colpo per i fan, che vedranno però la prima donna giudice nella storia del programma

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it