“E no, ora basta”: Eros disposto a tutto per difendere la sua Aurora. “Ho provato a fermarla ma lei…”. Ramazzotti costretto a dire la verità


 

Eros Ramazzotti scende in campo in difesa della figlia Aurora. Una presa di posizione netta dopo quella di qualche mese fa quando la ragazza venne scelta come co conduttrice di X Factor. Stavolta lo ha fatto sulle colonne del settimanale Nuovo. “Per me è importante averle indicato la giusta strada, una cosa tutt’altro che facile quando i genitori sono separati. Già tre anni fa lei voleva andare a X Factor, addirittura come cantante. Io l’ho fermata e le ho detto che prima avrebbe dovuto studiare. Stavolta io non l’ho incoraggiata, né raccomandata: in televisione non conosco nessuno di in?uente. Sicuramente l’entourage di Michelle, visto che Aurora vive con la mamma, l’avrà aiutata a sviluppare la sua voglia di fare e di essere presente. Questa caratteristica di sicuro non l’ha presa da me: quando lei vede gente è felice, io invece scappo. È uno strano mix tra sua madre e me e certo farà bene” Ha aggiunto, poi, di non essere interessato alle critiche: “A me delle critiche non interessa nulla: se i dirigenti di una grande struttura come Sky l’hanno presa, signi?ca che ha qualità. Del resto, mica potevo dire: ‘Fermi tutti!’ e riportarla a casa. Lei ha già 18 anni e ha la testa sulle spalle. Chiede consigli, ma poi decide da sola che cosa vuole fare. Io sono uno di quelli che pensa che i ?gli debbano studiare per imparare le cose importanti, come il rispetto per il il prossimo. Poi non importa se vogliono andare all’università o a lavorare. In ogni caso, lei mi ha detto che intende fare questa esperienza di quattro mesi e che, da gennaio, vuole andare a studiare arte al King’s College di Londra. Certo, io avrei preferito che arrivasse in tv dopo essersi preparata in modo adeguato. Però probabilmente lo è già, il provino lo ha superato“.



Ti potrebbe interessare anche: ”Più passa il tempo più mi innamoro”. Un’Aurora Ramazzotti così dolce non l’avete mai vista: la dedica e quella foto così speciale…