Terremoto in televisione, chiude il canale degli scandali. Eppure, molti i vip che ci hanno creduto (e messo la faccia)… Ora non li vedremo più?


 

Il governo albanese ha interrotto l’elettricità di Agon Channel Albania. Secondo Tvblog, iIl centro di produzione di Tirana ha cessato di funzionare e gli albanesi, collegandosi al canale di Francesco Becchetti, non vedono più nulla. In Italia, invece, il canale 33 è ancora in vita. Ancora per quanto?

(Continua dopo la foto)



Forse già in giornata l’annuncio ufficiale della chiusura, dopo poco meno di un anno di vita e di trasmissioni sul digitale terrestre, in chiaro. Alcuni siti di informazione albanese scrivono: “Il governo taglia la luce ad Agon Channel”. TvBlog racconta che il “fratello” albanese di Agon Channel, il canale con lo stesso nome in onda solo a Tirana, ha dato ieri la notizia: “Qui si ferma una storia che ha avuto inizio il 5 aprile 2013”. Sembra che “i dipendenti non siano pagati da sei mesi e non è stata pagata neppure l’elettricità”. La storia del canale è, del resto, irta di ostacoli.

 

(Continua dopo la foto)


E le defezioni non si contano. Il primo è stato Antonio Caprarica, ex direttore delle news, che si lamentava di lavorare “nei container”. Poi, a Libero, il concorrente del reality di Maddalena Corvaglia “My Bodyguard”, Alessio Lanzi, aveva denunciato disservizi, minacce di morte e la situazione disperata della mensa. Simona Ventura, volto di punta del canale, non si è fatta più vedere. Poi, nel giugno scorso, il colpo di grazia: la procura albanese ha emette un ordine di cattura per l’imprenditore romano Francesco Becchetti, proprietario di Agon. Le accuse? “Falso in documentazione” e “riciclaggio di denaro”.

Ti potrebbe interessare anche:“Caprarica? Solo un procacciatore di ciabattine”, il proprietario di Agon Channel sbugiarda il giornalista