‘’Una cosa schifosa…’’. Rocco Siffredi, la verità-bomba su Cicciolina. Il porno attore lo confessa dopo tantissimi anni: “Ecco che facevo davanti a lei. Ma aveva quel vizietto…’’


La caduta di un mito. Il segreto delle ‘dimensioni’ di Rocco Siffredi sarebbe legato ad una portentosa crema, almeno secondo quanto riportato da un articolo rimbalzato online dove si sostiene che, prima dell’utilizzo dell’unguento, Siffredi avesse un pene di 12 centimetri, un articolo voluto fortemente da una società che produce cremine ‘miracolose’. Verità o fake news?

Le Iene lo hanno chiesto direttamente a lui, il re del mondo a luci rosse e verità è saltata fuori durante un servizio di Filippo Roma. Il re dell’hard ha chiarito la situazione, confermando la sua ‘grossa virilità’ e smascherando la società che vendeva una crema per ingrandire le dimensioni del pene. L’attore pornografico ha deciso così di dare loro la caccia con appelli sui social e denunce riuscendo a contattare uno dei responsabili, Patrizio, amministratore unico della società che vende la crema, che ha negato di avere responsabilità… (Continua a leggere dopo la foto)



“Io non ho preso un euro da questa cosa qui”, sono state le parole del ragazzo davanti alla telecamera. Insomma, nessun miracolo, i famosi 23 centimetri di Rocco Siffredi sono stati donati tutti da madre natura.

“Se tu mi dici chi c’è dietro di te non farò grandi casini, – ha quindi replicato l’attore a Filippo Roma – se non parli li prendi tutti tu denunce, querele e rimborsi. Non sai il danno che hai fatto”. Patrizio ha poi ammesso di essere un prestanome dicendo di essere retribuito con appena 200 euro al mese, ma ha ripetuto di non sapere del coinvolgimento del personaggio famoso. (Continua a leggere dopo la foto)


“Sono stato un po’ troppo duro, – ha ribadito Siffredi – ma questi fanno i furbi. Da luglio va avanti questa storia. Li ho denunciati alla Polizia postale, che non ha fatto nulla. Loro hanno aperto nuovi siti, nuove interviste, sempre con la mia faccia, sempre per pubblicizzare creme miracolose, non esiste nulla che allunghi l’uccello, non date i soldi a questi truffatori”. Smentite le dichiarazioni sulle dimensioni del sui pene, Rocco ne ha però rilasciate altre, legate soprattutto al suo passato professionale, parlando di due ‘miti’ del mondo a luci rosse come Moana Pozzi e Ilona Staller, nota ai più con il nome di Cicciolina. (Continua a leggere dopo la foto)


 

”Moana era di una classe ed una bellezza pazzesca e non sembrava affatto un’attrice a luci rosse. Io ero quello che si masturbava davanti a Cicciolina, un mito. Era fantastica – ha raccontato Siffredi svelando un ‘vizietto’ della famosa pornostar – ma utilizzava il latte di capra per restare giovane e io quell’odore non lo sopportavo, puzzava di latte. Aveva un odore terribile ed era molto complicato fare sesso son lei… Lascia perdere”.

“Porno-Natale: imbarazzante è dire poco!”. Nella città italiana le festività si celebrano così e il web, sempre vigile, impazzisce. Quello che si è visto per le strade è decisamente ‘ambiguo’ e qualcuno chiama in causa Rocco Siffredi: “Lui sì che apprezzerà!”