“Ho abortito, ma lui mi ha perdonato”, la confessione choc, in diretta televisiva, ha spiazzato tutti. A farla è stata proprio lei…


 

“La scelta di abortire è la più dolorosa per una donna”. Marina Ripa di Meana, ospite in studio a Pomeriggio Cinque, racconta la sua storia e ringrazia Papa Francesco per la recente apertura al perdono delle donne che hanno abortito e sono realmente pentite. L’attrice ha scritto una lettera per ringraziare Bergoglio, ricevendo la risposata da Monsignor Paglia, presidente del Pontificio consiglio per la famiglia.

(Continua a leggere dopo la foto)



“La mia esperienza è stata terribile – racconta Marina Ripa di Meana, che anni fa decise di abortire – anche perché all’epoca era illegale. Fui operata in una specie di sgabuzzino, sola. Non lo dimenticherò mai”. “Io non avrei potuto fare altrimenti – dice l’attrice – quindi non posso definirmi ‘pentita’. Sono laica, e la mia lettera al Papa voleva essere un ringraziamento per l’apertura nei confronti delle donne, in modo tale che non debbano affrontare più una scomunica”.

Nella lettera inviata a Marina Ripa di Meana, Monsignor Paglia ha però precisato che ”non bisogna confondere il perdono con l’abolizione del peccato, Il Papa vuole che le donne non siano lasciate sole in un momento così drammatico, ma bisogna riconoscere che anche se la legge lo permette l’aborto è e resterà un peccato”.

Aborto mascherato o diritto? L’Europa apre alla pillola senza ricetta ma in Italia…