Lacrime a Pechino Express: tra Yari Carrisi e Naike Rivelli accade l’inaspettato. Poi la commozione per quella sorella scomparsa nel nulla lasciando disperazione e dubbi eterni


 

Sono Pico Rama e Yari Carrisi i primi eliminati della quarta edizione di Pechino Express. Dopo essere stati graziati per due puntate dalla busta nera. Le otto coppie dell’adventure game si confrontano per la prima volta con il pericolo eliminazione proprio durante una delle tappe più toste di sempre. Ma nonostante la dura prova fisica, c’è persino chi trova il tempo di flirtare e chi di scambiarsi baci appassionati. Ecco cos’è successo durante la terza puntata. Mentre Pico, si legge sul sito del settimanale Oggi, con i suoi lunghi capelli e le bluse di tutti i colori,conquistava la simpatia dei compagni con battute al vetriolo e un entusiasmo contagioso, Yari metteva le basi per un’esperienza solipsistica tutta da scoprire. La gestione del nervismo nelle situazioni più impervie, la filosofia nell’accettare le sconfitte e, soprattutto, la scoperta dell’amore vero nella più innocente delle forme. Dopo un primo tête-à-tête a margine della Prova Immunità della scorsa tappa, stavolta Naike e Yari ce l’hanno fatta,sugellando la loro unione su un affollatissimo autobus di linea dell’Ecuador con un bacio durato una vita. Peccato solo che l’idillio si sia spezzato meno di ventiquattr’ore dopo, con la stessa prole di Ornella Muti carnefice della coppia. L’ultimo pensiero di Yari, però, va sorprendentemente a Ylenia, alla sorella misteriosamente scomparsa e alla quale era profondamente attaccato. Il ricordo del suo ultimo incontro con lei, delle ultime informazioni raccolte proprio in Ecuador e, infine, dell’incredibile dolore provato al momento della sua sparizione. Perché Yari Carrisi potrebbe essere tante cose, ma non certo un uomo senza cuore.









Ti potrebbe interessare anche: Pechino Express, arriva Naike Rivelli e… Quel big insospettabile…

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it