”Ecco cosa aveva il nostro angelo”. Lutto a Junior Masterchef. Poco dopo la morte di Andrea Pace, il piccolo aspirante chef che aveva conquistato il pubblico italiano, la mamma rompe il silenzio e racconta, con dolore, la battaglia del suo piccolo: ”Ha combattuto come un guerriero fino all’ultimo…”


 

“Ci ha lasciato il giovane Andrea P., uno dei concorrenti della prima stagione di #JuniorMasterChefIt. Nel ricordarlo, vogliamo esprimere tutta la nostra vicinanza alla sua famiglia” con queste parole il profilo Facebook di Masterchef Italia aveva dato l’annuncio della morte di Andrea Pace, 17 anni compiuti il 7 agosto, concorrente della prima edizione di Masterchef Junior andata in onda nel 2014 quando il ragazzo aveva appena 13 anni. ”Il 12 agosto il nostro nucleo familiare si è spezzato, un uccellino è caduto dal nido, dal disegno della famiglia felice è scomparso l’omino più piccolo dei quattro, quello più forte, coraggioso e determinato”, aveva scritto la sorella Ludovica su Facebook pubblicando una foto che la ritraeva con Andrea piccolissimo. Andy – così i suoi amici chiamavano l’ex concorrente del baby-talent – era nato nel 2000 e con la sua simpatia, i suoi occhi azzurri e i riccioluti capelli chiari, aveva fin da subito colpito i fan a casa e i giudici Bruno Barbieri, Alessandro Borghese e Lidia Bastianich. A ricordarlo era stata anche Emanuela Tabasso, la giovanissima prima vincitrice della prima edizione del programma, andato in onda per la prima volta nel 2014. (Continua a leggere dopo la foto)








“Scusate ma non è facile – aveva scritto la ragazzina tra i commenti del suo post, che vede una loro foto in piscina, sorridenti – Andrea è volato su. Voglio che venga sempre ricordato come un grande ragazzo con un sorriso speciale”.  In tanti hanno chiesto informazioni sulla prematura scomparsa del ragazzino, che grazie alla sua simpatia e alla sua bravura era riuscito a conquistare il cuore dei telespettatori del programma di successo in onda su Sky Uno. La famiglia di Andrea si è giustamente stretta nel silenzio e nel dolore. D’altronde, quello di un figlio o di un fratello, è lutto troppo grave da poter sopportare. Ora, però, sono proprio la mamma, il papà e la sorella di Andrea, ai microfoni di Repubblica Roma, a raccontare una parte della sua storia del loro piccolo angelo. (Continua a leggere dopo la foto)








 

”A 14 mesi Andrea ha cominciato una lunga battaglia contro la leucemia. – ha spiegato la Mamma del piccolo chef – Prima a Roma, poi a Pavia, poi nuovamente a Roma. Finalmente nel 2006 torna a scuola, comincia a giocare a tennis, a sciare, coltiva la passione per la cucina: come se dovesse recuperare gli anni persi. Passano 10 anni pieni di vita: Andy, che aveva lottato contro la morte, ora stava vivendo appieno ogni singolo momento”. Poi, le condizioni di Andrea si sarebbero aggravate a febbraio. ”Ci siamo ritrovati di nuovo in un film dell’orrore. Si chiedeva sempre ‘Perché proprio a me?’ – racconta il papà – Gli dicevamo di essere forte, che ce l’avrebbe fatta, anche quando i medici ci hanno detto che non sarebbe sopravvissuto. Non gliel’abbiamo mai detto. Ci ha radunato il 7 agosto per i suoi 17 anni, – hanno concluso i familiari di Andrea – una serata allegra prima di addormentarsi per sempre pochi giorni dopo”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it