“Sei un fr***o”. Claudio Sona, tristissimo episodio per il primo tronista gay a Uomini e Donne. È successo tutto all’improvviso. Pesantemente insultato. Cori omofobi contro di lui. Proprio lì, non se lo poteva certo immaginare


 

“Sei un fr***o”. Claudio Sona pesantemente insultato poco prima di salire sul palco, dove era stato invitato per una serata in discoteca. Un bruttissimo episodio per il primo tronista gay della storia di Uomini e Donne. Un episodio che s’inserisce in un momento non certo facile per Sona. Costretto a difendersi dalle accuse del suo ex o forse soltanto amico Juan Fran Sierra, ha dovuto affrontare un altro momento davvero difficile e poco edificante episodio. Qualche sera fa, infatti, Sona si trovava in una discoteca nel bergamasco per una classica ospitata, come capita spesso di farne a personaggi come lui. Sembrava tutto normale. Quando però lo speaker ha annunciato il suo nome, tra i ragazzi del pubblico si sono alzati diversi cori omofobi. A quanto pare, Sona ha fatto inizialmente buon viso a cattivo gioco. Ha fatto finta di non sentire. Non battendo ciglio. Ma a serata finita, ha deciso di condannare il triste episodio con un post su Instagram. “Chi ha potuto vedere, ci sono stati alcuni momenti dove fischi e altre parole potevano portarmi via dal locale, ma io non ho paura e non ho assolutamente timore di queste persone”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Così ha scritto Claudio Sona su Instagram e poi ha continuato: “L’indifferenza è stata l’arma migliore, non diamo spazio alla violenza verbale, all’omofobia, all’ignoranza. Sono persone infelici, dobbiamo essere indifferenti e far vedere loro che le persone intelligenti sono molte di più”. Poche parole ma chiare. Poi ci ha tenuto a ribadire un concetto. Sottolineando come, è vero, si è fatto forte, ma l’episodio comunque lo ha colpito. “Questa mattina mi sono svegliato con l’amaro in bocca. Mi dispiace pensare che vivo in un mondo in cui ci si deve nascondere per fare l’amore, ma la violenza si diffonde alla luce del giorno”. (Continua a leggere dopo le foto)


 


 

 

Per fortuna, a consolarlo, seppure parzialmente, sono stati in molti. Insieme a Sona hanno condannato l’episodio e gli hanno dato tutta la loro solidarietà. “Siamo nel 2017 e c’è gente che si ostina ad insultare utilizzando froci – scrive una sua fan che era alla serata – mi fate salire un nervoso addosso. Schifo, mi fate schifo”. E un’altra ancora: “Siamo nel 2017 e io ancora devo sentire gente che urla “frocio” ad un povero ragazzo qualunque. Io sono basita”. Due delle tante dimostrazioni d’affetto che almeno in parte avranno aiutato Sona dopo una serata difficile e un un episodio davvero brutto. Che si spera di non dover raccontare più in futuro.

“Basta, ora vi dico come sono andate le cose”. Claudio Sona e Mario Serpa, tutta la verità. A poche settimane dal clamoroso addio della prima coppia gay di Uomini e Donne