L’ultimo ”sfregio” a Paolo Limiti: cosa è successo durante il suo funerale (che ha tenuto ”impegnati” tutti i vip assenti)


 

È morto mercoledì 28 giugno, a Milano, all’età di 77 anni, Paolo Limiti, il noto paroliere e conduttore televisivo, colpito lo scorso anno da una grave malattia. Nato a Milano l’8 maggio del 1940, nella sua carriera lunga e costellata di successi, collaborò soprattutto con Mina per la quale scrisse alcune delle sue più belle canzoni: Bugiardo e incosciente e La voce del silenzio. Era stato sposato con Justine Mattera e da circa un anno lottava con un cancro che, però, è stato più forte di lui e se lo è portato via da un giorno all’altro. A dare per primo l’annuncio della scomparsa di Limiti era stato il produttore cinematografico Nicola Carraro, marito di Mara Venier che, subito dopo, su Instagram, ha scritto parole commosse per l’amico e collega: “Ciao Paolo… quanto bene ci siamo voluti… quanto mi mancherai”. Un’amicizia sincera, quella che legava la Venier e Limiti che erano davvero amici. Dopo la morte del conduttore, in tv si è molto parlato di lui. Bruno Vespa gli ha anche dedicato l’ultima puntata di Porta a Porta. A parlare dello scomparso Limiti accanto a Vespa: Mara Venier, Iva Zanicchi e Justine Mattera, che, sui social gli aveva dedicato un post molto dolce (ma che è stata criticata pesantemente per l’abbigliamento poco consono indossato in studio). Sembra però che tutto questo ‘’bene’’ suoni un pochino falso… Continua a leggere dopo la foto



Perché la realtà è che la tv si sia dimenticata di Paolo Limiti. La televisione è cinica. E infatti al funerale di Paolo Limiti mancava un bel po’ di gente che sarebbe dovuta esserci. “A dare l’ultimo saluto a Paolo c’erano gli amici stretti Mara Venier, Manuela Villa, Lele Mora, Silvia Giacobini, Sandro Mayer. Ma nessuno dei volti noti della Rai (a parte Frizzi e Pupo)”, scrive Dagospia. La cosa più grave che rende l’assenza ingiustificabile? Tutti i conduttori e nomi ‘’pesanti’’ della Rai erano a Milano per la presentazione dei palinsesti. “Hanno riempito i social di dediche, ma non hanno alzato le chiappe dal buffet Rai”, ha concluso Dagospia. Tristezza. A proposito di dediche, la Mattera, appena saputo della morte di Limiti ha subito scritto in rete: “Sembra ieri. A te che mi hai creato una carriera. Che hai creduto in me. Che mi hai amato. Love you”. Continua a leggere dopo le foto



 

Però, poi, quando è stato tempo di andare al funerale, niente. Certo, è più facile e sbrigativo scrivere una dedica virtuale. Ma la vita, non va dimenticato, è fatta pure di altro. “Il suo funerale ha avuto inizio alle ore 15.00 in punto, con la presentazione che era abbondantemente terminata. Ma mentre il sacerdote invitava i presenti in chiesa a fare silenzio per l’inizio della cerimonia, i colleghi del compianto Limiti si apprestavano a consumare il bis del risotto alla milanese e a tracannarsi l’ennesimo bicchiere di vino bianco freddo ma nemmeno troppo’’ scrive Dago. E conclude: ‘’C’era chi lo ha amato davvero. Non c’erano le Parodi, le Fialdini, le Perego, le Isoardi, le Clerici, le Carlucci, le Cuccarini, le Daniele, i Conti, le Bignardi, I Fabiano, gli Angela, gli Amadeus, I Giletti, le Parietti, le Mattera e chi più ne ha più ne metta”.

Leggi anche: “Sembra ieri. Love you”. Justine Mattera dice addio a Paolo Limiti, il conduttore ed ex marito della showgirl scomparso a 77 anni. Poche righe e una foto ”molto particolare” sui social