“Tutto falso…”. Striscia la notizia di nuovo nella bufera e c’è di mezzo ancora una volta Flavio Insinna. Ma contro il tg satirico di Antonio Ricci stavolta si scaglia un altro volto noto della tv e non gliele manda a dire


“Striscia la Notizia racconta bugie”. Non si placa la polemica tra il tg satirico di Antonio Ricci e Rai1, in particolare Flavio Insinna. Stavolta “coinvolto” in coppia con Nino Frassica in una nuova vicenda. Si parla d’ascolti tv della trasmissione “Dopofiction”. Il comico ha condotto il programma insieme a Insinna. Un appuntamento dedicato alla fiction. Che però Striscia ha definito un flop. Frassica non ci sta e numeri alla mano, ha ribattuto, pubblicando sul suo profilo Facebook gli ascolti ottenuti. Altro che flop. La trasmissione è stata uno dei successi della stagione per Rai1. Parola di Nino Frassica. Con il suo solito stile, molto ironico, ma non per questo meno pungente, ha puntato il dito contro il tg satirico di Antonello Ricci. “A Striscia la notizia – scrive Frassica su un post corredato dagli ascolti – Valerio Staffelli ha detto che Dopofiction l’hanno visto solo i parenti di Flavio Insinna”. Deve avere una famiglia parecchio numerosa, il conduttore romano, già nell’occhio del ciclone per i fuori onda in cui se la prendeva con la scelta dei concorrenti di un’altra trasmissione. (Continua a leggere dopo la foto)








 

“Forse non sanno – continua Frassica – che i parenti di Flavio Insinna sono tantissimi, quasi il doppio dei telespettatori di Canale 5”. A ben guardare lo specchietto, in effetti, i numeri di Rai1, paragonati con quelli della tv ammiraglia Mediaset, sono sempre quasi il doppio, mentre è in onda Docufiction. Frassica però, sempre in modo molto ironico, si vuole togliere un altro sassolino dalla scarpa. “Le puntate di Dopofiction dovevano essere solo otto”. (Continua a leggere dopo le foto)




 


 

“Subito dopo la quarta puntata ci è stato chiesto di continuare ancora, (cosa che succede raramente), ma noi abbiamo potuto fare solo una puntata in più”. Quindi sarebbe partita la controproposta. “Ci hanno chiesto di riprendere subito con la nuova stagione”. Anche questo, però, a quanto pare non si è potuto metterlo in programma. “Per impegni già presi non possiamo subito. Ma torneremo. Grazie, Rai 1. E grazie al numeroso pubblico, anzi mi correggo, grazie ai numerosi parenti di Flavio Insinna”.

“Accuse pesantissime, ecco cosa ha fatto”. Striscia La Notizia: mesi dopo la cacciata di Fabio e Mingo dal telegiornale satirico, emerge la verità sugli amati giornalisti protagonisti di tantissimi servizi di denuncia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it