”Striscia la Notizia” denuncia Fabio e Mingo, ecco il reato che avrebbero commesso…


 

Simulazione di reato. Questa l’accusa che pende sulle teste di Fabio e Mingo, i due inviati di Striscia la notizia licenziati per aver inscenato un servizio su un avvocato, che in realtà era un attore con cui i due si erano messi d’accordo prima di registrare il servizio per il tg satirico di Mediaset. Nel fascicolo d’inchiesta coordinato dal pm di Bari, Isabella Ginefra, sono indagati per lo stesso reato anche il presunto falso avvocato, che secondo gli accertamenti della magistratura barese sarebbe un attore, e le altre due persone che hanno partecipato alla realizzazione del servizio andato in onda nel 2013. Le indagini sono affidate al nucleo di polizia giudiziaria dei carabinieri di Bari e, al momento, si concentrano su quell’unico episodio. Nell’ambito degli accertamenti sulla vicenda, all’inizio di aprile la Procura ha inviato agli studi Mediaset una richiesta di acquisizione di informazioni. L’azienda e l’autore del programma, Antonio Ricci, hanno quindi depositato due denunce per truffa presso gli uffici giudiziari di Bari.

Potrebbe anche interessarti: Fabio e Mingo in guerra contro Striscia: “Ci hanno licenziato con una mail. Ma adesso…”







Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it