”Vattene!”. Momenti di altissima tensione a Pomeriggio Cinque. Durante una lite feroce da Barbara D’Urso, la donna interviene in diretta e prova a interrompere il collegamento. Cosa è successo


 

Momenti di alta tensione durante il consueto appuntamento con Pomeriggio Cinque, il programma condotto da Barbara D’Urso. Si parla del caso di Ylenia Grazia Bonavero, la ragazza 22enne di Messina che sarebbe stata bruciata dal suo ex fidanzato, Alessio Mantineo. Ex che però Ylenia continua a difendere. Proprio per questo, per ribadire la sua posizione, chiede alle telecamere di Canale5 di intervenire in diretta e parlare con la D’Urso in persona. Nel corso del collegamento Ylenia mantiene la stessa condotta, quella già raccontata dalle cronache: continua a scagionare da ogni accusa Alessio, confermando così quelle che sono le dichiarazioni della difesa del ragazzo che, nonostante tutto, resta tuttora in carcere come stabilito dal gip di Messina Eugenio Fiorentino. Dunque l’intervento della conduttrice, che chiede maggiori spiegazioni alla 22enne ed è a questo punto che la ragazza improvvisa un’arringa: ”Con Alessio non andava bene per le nostre famiglie – spiega Ylenia -, perché io non lavoravo e lui non lavorava e per le nostre famiglie ci dovevamo lasciare. Ma l’amore va oltre tutti gli ostacoli. Ci siamo incontrati in discoteca, poi sono tornata a casa e hanno bussato alla porta ed era un uomo coperto, non l’ho visto e mi ha bruciata”. (Continua a leggere dopo la foto)







Prende poi la parola la mamma di Ylenia, che prova invano ad interrompere il collegamento, scatenando una reazione inconsulta da parte della ragazza, che sbotta: ”Io non chiudo niente, non chiudo niente perché stiamo parlando con una ‘trasmettitrice’ con le palle… vattene! Io con Barbara D’Urso parlo, non è stato Alessio Mantineo e lo difenderò fino alla morte. Barbara – prosegue -, mia madre non lo ha mai voluto vedere, lei gli butterebbe la benzina addosso per vederlo morire, non lo ha potuto mai vedere. Lei vuole avvocati, comandanti tutti questi qua per me, un ragazzo che lavora commercialmente non va bene…”. Alla fine del collegamento, stando a quanto si è appreso, le due sarebbero addirittura venute alle mani. Ylenia è decisa a difendere Alessio fino alla fine; Alessio, tramite i suoi legali, respinge ogni accusa, eppure le immagini delle telecamere a circuito chiuso di un benzinaio, acquisite e diffuse dalla polizia di Stato, lo incastrerebbero. Nel filmato, infatti, si vede Mantineo con una bottiglia di plastica mentre chiede al benzinaio di riempirla.

(Continua a leggere dopo la foto e il post)






>

 

Dopo la puntata di Pomeriggio Cinque, poi, è intervenuta anche Selvaggia Lucarelli che, dopo aver descritto quanto accaduto dalla D’Urso, dice la sua: ”Alla fine di questa faccenda di cui sarebbe meglio per il bene di tutte le donne non sapere più nulla se non la fredda cronaca, si trova solo la conferma del fatto che ahimè, esistono anche vittime complici del loro carnefice – scrive in un lungo post la Lucarelli – Di una dipendenza psicologica malata e pure della loro ignoranza, che in questo caso ha un peso specifico importante. E la trasmettitrice con le palle, se proprio è in prima linea nella lotta contro il femminicidio, dovrebbe lasciare Ylenia agli psicologi anziché a questi teatrini che possono alimentare un’idea malsana, oscena e già parecchio strisciante: ‘Certe donne se lo meritano’. No, neanche Ylenia se lo merita. Solo che non vuole essere aiutata e oggi farla parlare in tv o sui giornali è solo un insulto nei confronti di chi ha denunciato, di chi ha avuto coraggio, di chi, al contrario suo, voleva vivere”, conclude la blogger.

Il coraggio di Lucia Annibali, la donna sfigurata con l’acido dal suo ex. A 24 ore dal sedicesimo intervento al volto, ecco cosa ha fatto: ”Per non dimenticare…”

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it