La tv perde Gerry Scotti: “Basta, me ne vado. Ecco perché non mi vedrete più”


 

Difficile immaginare quiz e programmi di varietà senza Gerry Scotti, eppure a breve sarà così. Tutto ha inizio intorno agli anni ’80 con  alcune trasmissioni radio (la sua grande passione) per poi passare e stabilizzarsi in tv nelle reti Mediaset. Il conduttore però, in questi giorni, ha rivelato di volerla lasciare del tutto tra non molto tempo: “A 60 anni smetterò di fare Gerry Scotti – ha dichiarato in un’intervista a Vanity Fair – cioè il conduttore di programmi quotidiani, ma magari vado in giro per il mondo a fare documentari sulle cose che la gente non sa che mi piacciono: viaggi, cibo, moto, barche”.

(continua dopo la foto)







Considerando che ad agosto spegnerà 59 candeline, non manca poi così molto al suo addio alla tv. Tra i progetti di Scotti c’è quello di dedicarsi alla produzione di vino: “L’età media per gli uomini è sopra gli 80 anni. Considerando che ne ho passati 20 diventare uomo, 40 a fare un lavoro che mi piaceva molto e che mi è arrivato senza che lo cercassi, mi piacerebbe nei prossimi venti affrontare qualche sfida in più. Mi sono anche arrivate offerte da persone che volevano cedere le loro aziende, ma tutte le volte che devo decidere mi sudano le mani”. In ogni caso lui ha già in mente il suo degno successore, il figlio Edoardo.

Ti potrebbe anche interessare: Tutto in famiglia? Riparte lo Show dei record ed ecco chi assume Gerry Scotti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it