Il sesso riduce le probabilità di infarto: parola di scienza

Il sesso nemico del cuore? Assolutamente no. In molti pensano che la pratica sessuale affatichi il cuore, già provato da tanti fattori, tra cui stress, cattiva alimentazione e stili di vita non salutari.

Ma è vero il contrario ed è scritto nero su bianco sull’American Journal of Cardiology.

Praticare sesso in maniera regolare e avere orgasmi, secondo questo parere scientifico, migliora il funzionamento del cuore.


Insomma, è la scienza a dimostrare che i pazienti affetti da disturbi cardiovascolari che praticano sesso due volte a settimana hanno un buon cinquanta per cento in meno di probabilità di infarto rispetto a quelli che invece il sesso lo fanno una volta al mese.

Lo studio realizzato e spiegato nella citata rivista scientifica parla anche dei benefici dell’orgasmo. In quel momento, difatti, vengono rilasciati diversi ormoni come adrenalina, endorfina (ossitocina nelle donne) che fungono da vasodilatatori permettendo una migliore circolazione sanguigna evitando così la formazione di coaguli. Quindi al benessere psicologico di un rapporto sessuale si aggiunge anche un aspetto “meccanico” importante.

A questo va aggiunto che il sesso permette di bruciare calorie, riduce lo stress, migliora lo stato emozionale ma anche aiuta a prevenire malattie giacché si alzano i livelli di immunoglobuline che proteggono da infezioni. Va da sé che (purtroppo) il sesso non basta ed è opportuno aderire a uno stile di vita corretto, evitando fumo, alcol, droghe e cibi troppo carichi di grassi.