Così Google fa a pezzi e rivoluziona (davvero) il cellulare…


Lo smartphone è uno degli oggetti più comuni della nostra vita. Eppure la maggior parte di noi ha poca cognizione voce di come sia fatto il dispositivo, ciò che fa, e come è costruito. Considerando che 5 miliardi di persone ne possiedono almeno uno, se fosse possibile scegliere cosa fare fare al telefono e usarlo come una tela creativa per raccontare la propria storia? Avete già sentito parlare di Project Ara? Si tratta del progetto ambizioso si Google per realizzare il primo smartphone completamente assemblabile. L’intento è quello di vendere svariati moduli hardware, non solo di cover di colori particolari. Questi moduli sono intercambiabili tra di loro, e qualsiasi persona potrà comprarli ed assemblarli in meno di cinque minuti. Si parte dall’endoscheletro, ovvero una base con tutti i vari slot che permetterà di inserire dei moduli come se fossero delle schede usb. Una vera rivoluzione per il mondo degli smartphone abituato ai telefoni preconfezionati che abbiamo visto finora. Questo sistema permetterà di sostituire  eventuali moduli rotti in caso di necessità.







 

Ti potrebbe interessare anche: I Google Glass finiranno di esistere il 19 gennaio. Ecco i 7 motivi di un flop annunciato

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it