Allarme truffa telefonica, uno squillo e il credito si azzera. Non richiamate mai questo numero…


Ancora non si ferma le frodi tramite telefono. A lanciare l’allarme, questa volta, è la Questura di Vicenza, anche con una nota postata nella propria pagina facebook.

Quando ricevete una chiamata da un numero che non conoscete è meglio evitare di richiamare perché potreste spendere circa 1 euro e 50 centesimi ogni manciata di secondi. Bastano pochi minuti al telefono e la scheda si svuota. Così una chiamata persa può svuotarci il credito sulla scheda del nostro cellulare: potrebbe essere una ping call, la nuova truffa telefonica che si limita appunto a uno squillo. 

(Continua a leggere dopo la foto…)







La telefonata può arrivare a qualunque ora, anche nel cuore della notte. È un numero come un altro.. Comincia spesso con +373. Un solo squillo. La telefonata rimane senza risposta. Se si richiama il telefonino viene infatti “agganciato” a una tariffa ad alto costo.  Su unknownphone. com, come racconta Repubblica si legge: “Un euro e 50 a questi maledetti per sentire un film porno in russo. Ho trovato una telefonata non risposta e ho richiamato”. Le associazioni dei consumatori parlano di una “epidemia di truffe”. 

“L’ultima frode è denominata Wangiri — spiegano da Vodafone — in tal caso i truffatori utilizzano un computer in grado di contattare simultaneamente una grande quantità di numeri telefonici in modo casuale. I cellulari di coloro che ricevono questa telefonata, visualizzano sul display una “chiamata persa”. La truffa scatta quando l’utente, in buona fede, ricontatta il numero, che normalmente viene tariffato come numero premium o contiene delle pubblicità”. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it