Whatsapp, l’allarme della polizia: “Attenzione, così rubano i vostri profili”


I codici di sicurezza di WhatsApp vi arrivano per sms. Ma non dovete mai dimenticarvi che sono strettamente personali e non vanno mai condivisi. Nemmeno se a richiederceli è un nostro contatto. È questo l’ultimo alert lanciato dalla Polizia postale.

“Per attivare l’App di messaggistica Whatsapp sul proprio smartphone – si legge sul profilo Facebook del Commissariato di PS Online – è necessario inserire un codice che viene inviato tramite SMS sul dispositivo. Tramite questa procedura i cybercriminali riescono a far recapitare alla vittima un SMS nel quale viene chiesto l’invio di tale codice facendo apparire come mittente il numero di telefono di un contatto presente in rubrica”. (Continua a leggere dopo la foto)






“L’invio del codice permette agli stessi di poter attivare un nuovo Whatsapp su un dispositivo diverso ma riferito al numero telefonico della vittima prescelta che, di fatto, ne perde la “proprietà”, si legge ancora nel comunicato della polizia postale, che dà anche dei consigli per evitare di cadere nella trappola dei truffatori. (Continua a leggere dopo la foto)






“Non dare seguito a richieste di invio di alcun codice, tramite sms, anche se provenienti da contatti presenti in rubrica; Non cliccare su eventuali link presenti negli sms; Attivare la cd. ‘verifica in due passaggi’ disponibile nell’area impostazioni- account dell’applicazione Whatsapp”, spiega la polizia postale.

Si tratta di una truffa che si basa sul meccanismo “a catena”, per cui potete essere truffati solo se è stato truffato un vostro contatto. Grazie alla funzione “cambia numero”, l’hacker inserisce l’attuale numero del profilo rubato e poi inserisce il vostro numero come “nuovo numero”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

A quel punto sul vostro dispositivo arriva tramite sms un codice a 6 cifre. Ma il truffatore vi scriverà dal profilo del vostro collega a cui ha hackerato WhatsApp dicendovi: “Ti ho inviato un codice per sbaglio, potresti rimandarmelo?”. Ovviamente se vi arriva questo messaggio non dovete rispondere e bloccare il contatto.

Francesca Pascale, ecco l’appartamento che le ha regalato Silvio Berlusconi

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it