Facebook e Instagram: vietate 3 emoticon famosissime. Ecco perché non si possono più usare


Arriva sempre il momento in cui per colpa di alcuni, l’intera comunità è costretta a rimetterci. Niente di grave questa volta, ma anche se si tratta di un caso minimale, che indubbiamente ha poca importanza, riflette perfettamente quello che succede a grandi scale, persino mondiali. Parliamo di emoticon e già da questo converrete che non stiamo di certo parlando di ambiente o disastri mondiali. Eppure la restrizione che è appena avvenuta farà storcere il naso a non poche persone. Ricorderete tutti l’avvento delle emoticon, tanti anni fa, che per qualche ragione hanno scombussolato la nostra vita e cambiato per sempre il modo di inviare messaggi scritti.

Bene, da ora – come annunciato dal The Mirror – alcune sarebbero bandite da Instagram e Facebook perché sarebbero usate da alcuni utenti per un doppio fine. Le emoji incriminate sarebbero tre: la melanzana, le tre gocce d’acqua e la pesca 🍆💦🍑, tutte usate da alcuni utenti sporcaccioni per indicare altre cose rispetto a quelle disegnate. Ovviamente conosciamo tutti lo spicchio di pesca, le goccie d’acqua e la frutta fresca di Myss Keta. Continua a leggere dopo la foto








Le emoji incriminate potranno essere usate nelle didascalie, ma saranno rimosse se il loro significato alluderà a qualcosa di esplicito. Questo sarebbe fatto per garantire alla comunità di Instagram e Facebook una maggiore sicurezza evitando di urtare la sensibilità di quelle persone che non accettano in nessun modo di vedere impressa, seppur anche sotto forma di disegni colorati, la sessualità e l’immagine di essa. Continua a leggere dopo la foto





Ovviamente – come sottolineato da qualcuno online – il divieto comprende solo ed esclusivamente quelle tre emoji che tuttavia sono facilmente sostituibili: al posto della melanzana è possibile usare la banana, al posto della pesca la ciambella ed al posto delle tre gocce d’acqua quella dell’onda, che rende addirittura maggiormente l’idea dell’apprezzamento. Continua a leggere dopo la foto


Parliamo di emoticon e già da questo converrete che non stiamo di certo parlando di ambiente o disastri mondiali. Eppure la restrizione che è appena avvenuta farà storcere il naso a non poche persone.

 


Ora la domanda sorge spontanea: andremo a togliere tutta la frutta di forma fallica, tutta quella che ricorda il fondoschiena o il petto e tutte le altre emoticon che potrebbero essere usate a fini sessuali? Beh, tanto vale chiedere internet.

Ti potrebbe anche interessare: “Cosa faceva dietro le quinte…”. Tale e quale show, la rivelazione di Jessica Morlacchi su Francesco Monte

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it