Quanto tempo usi il cellulare? Conviene farci caso, gli esperti sono chiari: “Ecco quali sono gli effetti inaspettati sulla nostra salute”


 

Una volta (e si parla di una volta) c’era il gomito del tennista o il ginocchio del calciatore. Generazioni di atleti pronti a soffrire e a finire dal medico pur di raggiungere i traguardi sportivi desiderati. Poi un bel giorno qualcosa è cambiato: è arrivato lo smartphone che, tra telefonate, messaggi, Facebook, foto su Instagram, accompagna costantemente le giornate di chi lo ha sempre tra le mani, rendendo la vita pericolosamente sedentaria. Ecco allora che nascono nuove patologie del 2.0 per cui, tra la pista di atletica e il telefono, sembra non esserci tanta differenza.

(Continua a leggere dopo la foto)








 

Nei manuali di medicina sbarcherà anche (no non stiamo scherzando) il gomito del telefonino. Uno studio dell’Università Cattolica ha rivelato i danni che può provocare trascorrere troppo tempo al telefono. Non è cosa da poco, visto che al telefono ci si trascorre buona parte della giornata. La ricerca portata avanti dal gruppo del professore Luca Padua per l’Istituto di neurologia dell’università Cattolica del Sacro Cuore e della Fondazione Policlinico universitario A. Gemelli di Roma, ha dimostrato che parlare al cellulare può mettere a dura prova il nervo del braccio, alterando la trasmissione dei segnali nervosi del nervo ulnare con fastidi, formicolii e difficoltà di movimento che possono estendersi dalle dita al resto della mano e braccio.

(Continua a leggere dopo la foto)





Lo studio, che è stato pubblicato anche sulla rivista Clinical Neurophyiology, ha esaminato le reazioni di 58 pazienti con sofferenza del nervo ulnare e di 56 pazienti senza sintomi durante 18 minuti di telefonata. Il risultato? Dopo appena 6 minuti di telefono il fastidio è iniziato per entrambi i gruppi: chi ha patologie pre-esistenti inizia a sentire formicolii, per gli altri inizia un rallentamento dei segnali nervosi. È sconsigliata la tipica postura del gomito flesso, durante le telefonate al cellulare. Senza contare i danni provocati dalle chat o dalle mail: scrivere e leggere messaggi, infatti, spinge il corpo ad assumere una postura per il collo e mani finora inedita. E mal tollerata da nervi e ossa. La medicina corre ai ripari e si prepara a nuove patologie social.

WhatsApp, l’annuncio che nessuno si aspettava: chi ha questi smartphone non potrà più usarlo. La notizia confermata dall’azienda. Ecco da quando e per quali modelli

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it