Il sogno è vicino, batterie cariche in 2 minuti


Con una durata di vita di oltre 20 anni, più di 10 volte rispetto alle batterie agli ioni di litio già esistenti, le batterie di ultima generazione – per ora ancora in fase di sperimentazione – sono state messe a punto da un team di ricercatori della Nanyang Technological University. Il loro segreto sta nelle nanotecnologie e nel titanio. Già, perché quello che hanno fatto gli scienziati di Singapore guidati dal professor Chen Xiaodong è stato sostituire l’anodo, ossia il polo negativo normalmente costituito da grafite, con un gel di biossido di titanio (economico e già utilizzato nelle creme solari per le sue capacità di assorbimento dei raggi ultravioletti).







Detto fatto: questo composto, normalmente di forma sferica, l’hanno poi modellato in minuscoli nanotubi (mille volte più sottili di un capello umano) che accelerano di molto il passaggio della carica. “Con la nostra invenzione, le auto elettriche aumenteranno le loro possibilità di diffusione – spiega Chen Xiaodong, professore associato della NTU – Se pensiamo che per caricare un’auto a sufficienza possono bastare 5 minuti, possiamo certamente paragonare il processo a quello della sosta dal benzinaio. E se i tempi per la batteria di un’automobile sono questi, figuriamoci cosa può accadere con lo smartphone”. Basteranno appena due minuti.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it