Da oggi rimorchiare on line sarà completamente diverso. Ecco perché e come è cambiato il mezzo più famoso del mondo


 

L’applicazione più famosa del dating online, Tinder, si trasforma: non solo appuntamenti “romantici”, ora ci sarà spazio anche per le amicizie. La nuova sfida del social, che conta 50 milioni di iscritti ed è in continua crescita, è quella di unire l’universo del dating a quello dei social network tradizionali.

(continua dopo la foto)







Tranquillizzatevi, non è niente di incredibile o di particolarmente complicato, il meccanismo dell’applicazione infatti rimane invariato: e cioè la possibilità di scartare o salvare gli utenti in assoluta rapidità e semplicità, scorrendo il dito sul display a destra o a sinistra. La scommessa consiste in una nuova funzione, chiamata Tinder Social.

 

(continua dopo la foto)




Con essa gli utenti potranno infatti creare un gruppo tramite l’app e coinvolgere i propri amici. Unica clausola: anch’essi devono essere iscritti al social di Sean Rad. Proprio come si farebbe con una chat collettiva su WhatsApp oTelegram.  Valutando i membri della compagnia e gli altri elementi personalizzabili, su tutti gli eventuali programmi per la serata, i gruppi possono manifestare interesse reciproco o scartarsi senza pietà. Proprio, scrive il Giornale, come si farebbe con un contatto singolo che ci piaccia o sul quale invece valga la pena passare.

(continua dopo la foto)


 

“Si tratta di un modo per andare in luoghi o locali pieni di persone con cui hai già manifestato un interesse – spiegano dal gruppo di West Hollywood – e a rendere la socializzazione molto più semplice una volta che ci si trova sul posto”. A proposito di semplicità: pochi giorni fa lo stesso Ceo Sean Rad si è lanciato in una serie di consigli per impostare la foto-profilo perfetta sulla propria creatura. E ottenere dunque più “swipe” positivi, quelli verso destra, aumentando le possibilità di combinare un incontro. D’altronde l’applicazione ha incrociato più di 11 miliardi di potenziali coppie in tre anni e mezzo di vita. Dispone dunque di un’impressionante mole di dati per capire cosa affascini di più gli utenti. “I numeri parlano chiaramente – ha spiegato Rad – quando la tua foto del profilo esprime qualcosa sui tuoi interessi o sulla tua personalità, andrà senz’altro meglio. Per questo dico sempre alle persone di essere se stesse”

 

Selvaggia l’ha ‘sgamato’ su Tinder, in cerca di donne: ”Una presenza inquietante”. Capito chi è?

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it