Facebook, vuoi capire chi spia il tuo account? Ecco una guida per proteggere la tua privacy


 

Alzi la mano chi ha avuto la voglia, almeno per una volta, di controllare chi entra nel nostro account di Facebook? È sempre possibile proteggere la privacy e vedere chi ci spia attraverso il noto social network. Come suggerisce Lorenzo Renzetti su wordsmart.it è possibile ”guardare chi è connesso o chi entra nel tuo profilo, da dove, da quanto tempo e con quale mezzo (browser o mobile). In questo modo, puoi capire se qualcuno sta spiando le tue attività o sta guardando le tue chat FB senza averti chiesto il permesso. Infatti, se hai lasciato memorizzata la password in altri computer o l’hai rivelata a qualcuno, oltre che cambiarla, dovresti vedere chi ti spia su Facebook e disattivare la sua sessione”. Renzetti scende nel particolare: ”Se vuoi vedere chi ti spia su Facebook, devi guardare le sessioni attive del tuo account. Questa lista di accessi, se usi il PC, puoi trovarla seguendo il percorso Menu > Impostazioni > Protezione e cliccando sull’opzione Dispositivi da cui hai effettuato l’accesso. Invece, se hai un iPhone o uno smartphone Android, puoi usare l’applicazione per farlo. Precisamente, devi seguire il percorso Menu Altro > Impostazioni > Impostazioni account > Protezione e poi toccare l’opzione Sessioni attive”.

(Continua a leggere dopo la foto)



”Per ogni sessione – dice ancora Lorenzo Renzetti – puoi controllare: la data e l’orario di Ultimo accesso, il Luogo dal quale è attiva la connessione, ovvero la posizione GPS (approssimativa), compresa del nome di città e nazione, il Tipo di dispositivo utilizzato per connettersi, quindi il tipo di browser, la versione di Messenger, il sistema operativo (iOS, Android, Windows, Mac OS, Linux..) e la sua versione”. ”Se noti qualcosa di sospetto, puoi rimuovere o interrompere una determinata sessione. Per farlo, se hai un iPhone o un dispositivo Android, devi toccare la X di fianco alla sessione, mentre se lo fai dal computer, devi cliccare su Termina attività. Finito, hai eliminato una minaccia”. Una volta riuscito a capire chi ci spia su Facebook e al bloccare la connessione è utile cambiare password d’accesso. ”Ma ricordati, quando lo fai, di disattivare le sessioni sospette, altrimenti gli spioni rimarranno connessi – conclude Renzetti -. In questo modo, nessuno potrà continuare ad accedere al tuo account, tranne te. Inoltre, ti consiglio di attivare l’Approvazione degli accessi. Così, oltre a farti vedere chi ti spia su Facebook, il sistema ti aiuterà anche a rilevare accessi sospetti, perché chiederà l’inserimento di un codice di sicurezza a chi cercherà di connettersi da un browser sconosciuto”. L’articolo completo è su wordsmart.it

 

Anche per Mark Zuckerberg, l’inventore di Facebook, tutto sta per cambiare. E pure lui non poteva dire di no: ecco cosa farà per essere vicino alla moglie. Anche se la decisione non deve essere affatto facile…