WhatsApp, ultimi giorni di libertà: arriva la pubblicità nelle nostre chat


Ne abbiamo parlato a lungo nei mesi scorsi e quella che era solo una possibilità, sembra essere divenuta una solida certezza. Sono sconvolti milioni di di utilizzatori di WhatsApp in tutto il mondo: sembra infatti che il servizio di messaggistica istantanea fra poco cambierà la sua fisionomia. Insomma, si sta per aprire quello che potrebbe essere un 2019 assai amaro per chi utilizza con costanza il servizio: la piattaforma di messaggistica infatti sta per accogliere un aggiornamento che di sicuro farà poco piacere a chi ama la chat per come oggi è rappresentata.

L’upgrade previsto è stato voluto da Facebook, come si sa, Zuckerberg è proprietario sia di una, sia dell’altra società. Il social network è deciso nel monetizzare l’investimento multimiliardario fatto quattro anni fa. Dopo tanto tempo, cade anche l’ultimo baluardo di internet con l’arrivo delle pubblicità su WhatsApp. Quelle che sino a qualche settimana fa erano semplicemente indiscrezioni ora diventano realtà. Il prossimo anno sarà anche il primo in cui gli utenti di WhatsApp dovranno destreggiarsi tra annunci. (Continua dopo la foto)


whatsapp pubblicità



Gli sviluppatori, dopo la conferma delle voci, hanno anche svelato le prime indicazioni. Da quanto si apprende le inserzioni sulla piattaforma non dovrebbero essere invasive ed, anche in un discorso numerico, non dovrebbero essere copiose. Così facendo, la chat non andrà a perdere il senso familiare che l’ha contraddistinta nel corso del passato. Altro punto fondamentale: almeno in un primo momento le ads appariranno soltanto nella sezione relativa a storie e degli stati. (Continua dopo la foto)

whatsapp pubblicità




Il procedimento è quello speculare di Instagram o Facebook: tra una storia e l’altra gli utenti dovranno dedicare pochi secondi alla visione di un annuncio commerciale dei più svariati brand. Chi temeva un interessamento delle conversazioni può star tranquillo: per ora le chat non saranno toccate da questo upgrade. Ma quanto durerà? In effetti WhatsApp si sorregge economicamente sulla pubblicità e sulla sua potenza, non di certo però per il “costo” visto che è gratis. (Continua dopo la foto)

whatsapp pubblicità


 


E da che mondo è mondo, sopratutto nell’era di internet, nulla è gratis meno che non sia illegale. Che sia il primo step per rendere il servizio a pagamento? Immaginate di scrivere ad un amico e a un certo punto spuntasse la pubblicità pop-up del vostro dentifricio preferito? A quel punto 0,99 € sarebbero ben spese, a patto che la pubblicità resti da dove è venuta.

Ti potrebbe anche interessare: