Whatsapp come Telegram: arrivano i messaggi che si autodistruggono


Una buona notizia per chi vuole inviare messaggi, foto, video o gif via WhatsApp avendo la garanzia che si autodistruggeranno. Non c’è infatti bisogno di ricorrere all’uso di altre chat specifiche o app con le messaggerie a tempo e la certezza dell’autodistruzione, Whatsapp sta per introdurre la funzione che fino a oggi è stata ol cavallo di battaglia di Telegram e Snapchat.

Secondo quanto riporta il sito ”The Gadget Wire” l’arrivo della nuova funzionalità che consacrerà nuova fiducia per gli utenti che non hanno ben accolto l’annuncio per l’arrivo della pubblicità. Con una mossa a sorpresa lo sviluppatore introduce la funzione per i messaggi con auto-distruzione che replicano in tutto e per tutto il funzionamento delle chat Snapchat. Per il momento non c’è alcuna prova circa l’arrivo di questa novità e non sono state nemmeno definite le tempistiche. (Continua a leggere dopo la foto)



Stando alle prime indiscrezioni con una funzione presente nell’invio del messaggio su WhatsApp potremo decidere se cancellare in automatico il messaggio inviato dopo 10 secondi, un minuto, un’ora o un giorno. I messaggi temporanei potranno essere inviati sia nelle chat di gruppo che in quelle con un singolo contatto. Da WhatsApp fanno sapere che dopo una prima fase di test potrebbero lanciare anche i messaggi che scompaiono subito dopo la visualizzazione, un po’ come avviene con foto e video in Direct su Instagram. (Continua a leggere dopo la foto)


Al momento non è ancora chiaro quando la famosa applicazione per la messaggistica rilascerà in maniera ufficiale su iOS e Android i nuovi messaggi a tempo, ma è probabile che nel giro di alcune settimane vedremo apparire la nuova funzione nelle versioni beta dell’applicazione in mano a Facebook. Gli utenti sono scettici al riguardo ma è pur vero che la concorrenza è già molto avanti in tal senso. Zuckerberg, di fatti, potrebbe trarre ispirazione dagli avversari e decidere di introdurla già a partire dal prossimo aggiornamento. Non si tratta certo di ipotesi campate per aria. La prova è data dall’introduzione degli Stati. (Continua a leggere dopo la foto)


 


In merito mancano le segnalazioni ufficiali del team WaBetaInfo. Per il momento il sito ed il profilo Twitter non cita nulla in merito a questa nuova possibilità. Per adesso i siti specialistici segnalano la notizia come un rumor di passaggio introdotto solo in via puramente ipotetica. Ciò non toglie che potrebbe trattarsi della funzione chiave per sconfiggere Telegram una volta per tutte.

WhatsApp, 10 azioni che portano alla chiusura dell’account