WhatsApp, gira una bufala molto ‘attraente’: l’app che vi permette controllare i vostri contatti. Ma, invece, ecco di che si tratta…


 

Come è noto è impossibile essere “invisibili” su Whatsapp. Anche attivando la modalità incognito ogni qual volta che si è online il sistema non lo negherà. Ma è proprio sfruttando questa caratteristica della piattaforma che è possibile utilizzare un’app gratis Android che permetterà di ricevere una notifica ogni qualvolta un contatto si connetta a WhatsApp. Controllare contatto WhatsApp e ricevere una notifica alla connessione è semplicissimo. Prima di tutto bisogna scaricare un app gratis Android che si chiama WhatsDog e installarla nello smartphone. Installata l’app la prima cosa che sarà necessario fare è scegliere il contatto che si vuole tenere sott’occhio: per farlo bisognerà scorrere la rubrica che si visualizza nella prima schermata dell’app gratis Android.

(continua dopo la foto)

Scelto il numero il gioco è fatto. WhatsDog non solo è in grado di controllare contatto WhatsApp, ma grazie alle sue tre sezioni visualizzerà tutta serie di statistiche relative proprio alle connessioni effettuate dal contatto che si è scelto di inserire nella prima schermata dell’app. Nella prima sezione, il Calendario, sarà possibile scegliere il giorno dell’anno del quale si vogliono visualizzare le statistiche di connessione. Nella seconda sezione invece, è possibile visualizzare in ordine cronologico tutte le connessioni del contatto WhatsApp, inclusa l’ora di connessione, l’ora di disconnessione e il relativo tempo passato online. La terza sezione è una sezione riepilogativa nella quale si potranno vedere le statistiche relative alle ultime 24 ore, agli ultimi 7 giorni e agli ultimi 30 giorni. Il problema è solo uno: l’app ultimamente non funziona. Sembra avere dei bug che la rendono praticamente inutile. Leggendo tra i commenti del Play Store molti utenti danno solo una stellina, chiaro segno della non funzionalità.

Ti potrebbe anche interessare: “Drogati” di WhatsApp? Tutte le alternative in arrivo. E Facebook pensa ai pagamenti in chat







Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it