“WhatsApp diventa a pagamento”. Il messaggio che spaventa gli utenti: la verità dietro l’allarme


 

In tempi come questi non è mai facile capire davvero cosa ci accade intorno, bombardati di notizie che si rincorrono in rete e dai toni alle volte contrastanti. Una delle ultime voci che ha allarmato gli utenti in queste ultime ore riguarda WhatsApp, la popolare app di messaggistica usata ogni giorno da milioni di persone sparse per il mondo e che ha animato diverse conversazioni virtuali di recente. Attenzione, però, perché il messaggio che sta circolando non solo è una bufala, l’ennesima che vuole l’applicazione pronta a diventare a pagamento. Ma nasconde anche all’interno un link maligno sul quale è bene non cliccare per evitare guai. Una vera e propria truffa, insomma, che non solo diffonde informazioni fallaci ma mina anche la sicurezza dei dispositivi degli utenti che ci si imbattono. Anche stavolta è la polizia postale a mettere in guardia, ma probabilmente ci sarà bisogno di pubblicizzare il più possibile le informazioni giuste per evitare conseguenze gravi al vostro telefonino. (Continua a leggere dopo la foto)








  La cosa pericolosa è che si tenta di giocare con la paura degli utenti e magari con la cattiva memoria: WhatsApp era infatti a pagamento solo all’inizio della sua vita, ma ormai da anni è stato eliminato quel simbolico euro annuale da versare per usufruire dell’app. La chat e le sue funzioni sono assolutamente gratis e l’unico motivo per inviarvi questo messaggio è perché ci sono degli hacker che sperano che qualcuno ci caschi e clicchi sul link sotto il testo. Gli utenti farebbero quindi bene a non aprire il messaggio e segnalarlo subito come indesiderato e pericoloso per evitare guai. (Continua a leggere dopo le foto)








 

Non è ancora chiaro il numero degli utenti già rimasti vittime di questo tentativo di sabotare i dispositivi dei più ingenui. Il fatto che periodicamente i criminali del web provino a giocare questa carta fa però capire che effettivamente qualche sprovveduto ancora si trova. Nel dubbio, è sempre bene evitare di aprire messaggi sospetti, con contenuti palesemente fasulli o provenienti da fonti non sicure. Altrettanto importante è rimanere aggiornati sulle indicazioni fornite dalla polizia postale.

“Finalmente”. Whatsapp: grande novità per i gruppi. In poche mosse cambia il modo di chattare con gli amici

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it