L’ultima frontiera dell’eros, un’app che permetterà di soddisfare ogni desiderio e voglia di trasgressione. E che, ovviamente, sta già facendo discutere parecchio gli utenti. Come funziona


 

Una vera e propria rivoluzione quella che all’epoca era stata lanciata da Uber, azienda con sede in California ormai diventata famosissima in tutto il mondo per la sua grande intuizione, quella di offrire ai clienti un servizio di trasporto automobilistico privato attraverso un’applicazione mobile che mette in collegamento diretto passeggeri e autisti. Le auto possono essere prenotate con l’invio di un messaggio di testo o usando l’apposita app , tramite la quale i clienti possono inoltre tenere traccia in tempo reale della posizione dell’auto prenotata. Un’idea geniale, che ancora oggi continua a dare i suoi frutti. E che ovviamente non poteva non essere imitata e adattata a contesti diversi, decisamente meno consigliati ai minori. Di cosa parliamo? Del tentativo di applicare un analogo meccanismo anche al mondo del sesso a pagamento. Nel Regno Unito, come riportato sulle pagine del Daily Star, è infatti disponibile Rendevu, programma che consente di controllare la presenza e la disponibilità di escort nei paraggi e di centri adibiti ai massaggi erotici. (Continua a leggere dopo la foto)







 

Agli utenti che accedono all’app sarà presentata una lista di immagini delle donzelle in questione, così da non rischiare brutte sorprese una volta effettuata la prenotazione. Per aiutarli nella scelta, il tutto sarà anche accompagnato dalle recensioni dei precedenti clienti, con tanto di voti, e dal tariffario, onde sapere in anticipo la cifra che andranno a spendere. Il prezzo varierà anche in base al luogo scelto, se all’interno di un’automobile o in un luogo al chiuso. Insomma, le informazioni sono tantissime e super dettagliate. Ovviamente la notizia ha scatenato una marea di polemiche, visto che in molti hanno trovato l’idea offensiva, di cattivo gusto e potenzialmente addirittura pericolosa. (Continua a leggere dopo la foto)




 


 

Un portavoce dell’azienda ha però difeso a spada tratta il progetto, sostenendo che piuttosto permetta di garantire una maggiore sicurezza alle ragazze. “Oltre alla comodità offerta, Rendevu permette di conoscere il numero di telefono e l’identità del cliente, che deve registrarsi. Informazioni che ovviamente resteranno segrete, ma che potrebbero tornare utili in caso di episodi di violenza, che in questo modo sono decisamente scoraggiati”. L’app è nata in Australia e si sta già diffondendo tra gli utenti inglesi. E nel resto d’Europa in molti pensano già di imitarla.

“Ecco cosa mi ha fatto…”. La rivelazione (hot) della bellissima escort (da 500 euro l’ora) mette nei guai il big della politica. Intreccio amoroso (e clamoroso). A metterci il carico da novanta, poi, persino l’ex moglie. Hai capito lui… Cosa è success

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it