WhatsApp: sicuri che le vostre conversazioni non possano essere “spiate” dagli altri? Forse non lo sapete, ma esiste un modo (facile facile) per conoscere il contenuto dei messaggi altrui


 

Sicuri che le vostre conversazioni WhatsApp siano al sicuro e che nessuno possa “spiarle” a piacimento. Sappiate che, per quanto forti possano essere le vostre convinzioni, probabilmente sbagliate a sentirvi così tranquilli. A dimostrarlo, sulle pagine di wordsmart.it, è Lorenzo Renzetti, che con un semplice test è riuscito a individuare una “falla” tra l’assistente digitale Siri e la stessa applicazione di messaggistica. Un bug che è stato già prontamente segnalato a Facebook dallo stesso autore e che però non è dato sapere se sarà mai corretto. Dalla versione 2.12.70 di WhatsApp per iOS, come riportato nell’articolo, “chi ha un iPhone compatibile con iOS 10 o versioni superiori, può leggere e rispondere ai messaggi WhatsApp con Siri. Già da prima, invece, era possibile inviare messaggi WhatsApp con Siri”. Per riuscire a leggere le conversazioni è sufficiente assicurarsi che Siri sia attivo e poi andare in Impostazioni di sistema > Siri e metti su On le opzioni Siri, Consenti se bloccato e Consenti “Ehi Siri”. (Continua a leggere dopo la foto)








 

A questo punto è importante proteggersi togliendo l’anteprima del testo nelle notifiche di iPhone, in modo da nascondere il contenuto dei messaggi quando lo schermo è bloccato. Appena arriverà un messaggio potremmo pensare di poterlo leggere solo dopo aver messo il codice. E invece è possibile comunque ascoltarlo. È sufficiente, senza sbloccare l’iPhone, accendere lo schermo pigiando il pulsante Power e tenere premuto il tasto Home per invocare Siri. (Continua a leggere dopo la foto)






 



 

A quel punto la frase “Leggi messaggi WhatsApp” farà sì che Siri proceda a decantare il contenuto senza prima chiedere alcuna autorizzazione. E ancora, quando verrà chiesto “Vuoi rispondere” è sufficiente dire “Sì” per consegnare a Siri anche la risposta. Soluzioni? Innanzitutto non lasciare il telefono incustodito. In secondo luogo disattivare impostazioni che permettono di invocare Siri quando lo schermo è bloccato (Impostazioni di sistema > Siri e mettere su Off le opzioni Consenti se bloccato e Consenti “Ehi Siri”).

“Wow, ora si può fare”. WhatsApp: messaggi e foto, cambia tutto. Ecco le ultime novità per iPhone e Android

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it